Il Diritto alla curiosità

Benvenuti nella Capitale, oggi conosceremo un ragazzo appassionato e curioso, sto parlando di Carlo Guglielmo Vitale di trentun'anni. Laureato in scienze politiche, inoltre è un giornalista pubblicista, lavora presso un ente pubblico. È affetto dalla sindrome di duchenne DMD, andiamo a vedere di cosa si tratta… Essa è una malattia di tipo genetico, di carattere ereditario, che colpisce i muscoli per la mancanza di una proteina che porta il nome di distrofina. Questo causa  l’indebolimento dei muscoli, portando ad una progressiva inabilità fisica (se volete maggiori informazioni potete consultare internet.) Carlo, inoltre è appassionato d’arte e di cinema ma tra il lavoro e le sue passioni ha trovato anche il tempo per ritornare a studiare, questa volta ha scelto la facoltà di giurisprudenza, presso l’università telematica UniNettuno. Il computer è diventato il suo braccio, in quanto le sue difficoltà motorie non gli permettono di poter sfogliare i libri. Quando ha voglia di leggere un romanzo, lo fa attraverso ebook (libri digitali) che scorre attraverso il suo joystick, è questo può andar bene quando si parla di romanzi, ma non può fare lo stesso ragionamento quando si  tratta di materiale universitario (libri di testo) perché di questo formato digitale c’è poca richiesta. Così la strada verso la laurea, per il nostro amico Carlo si fa più complicata, infatti lui racconta: Sono costretto a chiedere alle case editrici il formato in PDF, la maggior parte di loro neanche mi risponde, altre mi chiedono di fornire documentazioni che dimostrino la mia necessità, questa prassi mi fa passare la voglia.” È un po’ come i farmaci  contro le malattie rare,  quando ti dicono che non c’è richiesta e quindi non sempre sono disponibili. Questo, costringe Carlo a studiare su dei compendi, oppure scaricare  riassunti da internet. "Verifico che siano corretti, aggiornati e legati all'esame giusto." Una fatica, un percorso  che ricomincia puntuale ogni volta che ho un esame… Roba da impazzire e che mi porta a pensare spesso di mollare tutto. A questo punto il nostro amico, ha pensato di aprire una petizione rivolta a tutte le case editrici, chiedendo che i libri universitari vengano venduti anche in formato ebook. Tale petizione la si può trovare su change.org per poter aderire basta andare sulla pagina di questo ragazzo, mettendo il proprio nome, cognome e mail. Cosa chiede di preciso la petizione alle case editrici di libri universitari? Una cosa molto semplice, cioè che: Per ogni libro stampato in forma cartacea, ne esista un’altra copia in informa elettronica, questo darebbe modo non solo di poter studiare ma anche di poter dare concorsi pubblici, una volta laureati o anche per semplice curiosità. Questo documento è arrivato, oltre che alle case editrici, anche al consiglio dei ministri per sollecitare una soluzione al problema. L’obiettivo è arrivare a 150 mila firme, ad oggi siamo a 130 mila firme digitali apposte, non si è fatta  attendere la risposta del Ministro della Pubblica Istruzione Marco Bussetti. Come risponde all'appello di Carlo? "Innanzitutto lo ringrazio, per aver portato all’attenzione di tutti, un' impedimento reale che in  quanto tale va abbattuto. Storie come questa, devono spingerci a dare risposte immediate, chi vuole studiare tanto più se parte da una condizione di difficoltà va sostenuto sempre e da tutti". Vitale, da buon studente di giurisprudenza, sa che c’è una legge Europea del 2018 che all' articolo 9 potrebbe venirgli in aiuto. Il tema è:  Il diritto d'autore. Questa legge dice che: si esclude Il diritto d’autore nella riproduzione di opere di diverso tipo, questo si fa proprio per agevolare l’accesso a persone con disabilità. La storia di Carlo, della sua voglia di conoscere, mi infonde molta positività: Dice un vecchio detto chi si ferma è perduto. Infatti, non si è fatto fermare dalla sua patologia. Si é laureato, lavora, divora la vita... Forse sono le istruzioni è la burocrazia che dovrebbero svegliarsi e stare al suo livello, di modo che ci siano tanti altri che abbiano la possibilità di essere studenti senza fare salti mortali. Mi raccomando aiutiamo Carlo firmando la petizione, per fare in modo che non si senta un caso isolato ed allo stesso tempo tutti coloro che verranno dopo di lui. 

Spunti da: https://m.leggo.it/italia/articolo-4275559.html

Floriana Salvagione 
Prodotti più venduti
- € 18,20
€ 182,00 - € 18,20

€ 182,00 € 163,80

- € 35,29
€ 342,09 - € 35,29

€ 342,09 € 306,80

- € 3,90
€ 39,04 - € 3,90

€ 39,04 € 35,14

- € 70,27
€ 680,76 - € 70,27

€ 680,76 € 610,49

- € 3,66
€ 36,60 - € 3,66

€ 36,60 € 32,94

- € 4,39
€ 43,92 - € 4,39

€ 43,92 € 39,53

Iscriviti alla nostra newsletter