Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

“Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa”. Il cartoon inclusivo adatto a tutti i bambini

Il mese scorso in un mio articolo si è parlato di disabilità e inclusione nei libri per bambini. Quest’oggi vorrei affrontare questo tema parlando di una serie animata che si rivolge proprio ai più piccoli, nella fascia 2-6 anni, sto parlando di: “Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa”. Questo è il primo cartoon adatto a tutti i bambini, con o senza deficit sensoriali.
La serie prodotta da Rai Ragazzi e da Animundi è già in onda in esclusiva su Rai Play dal 29 marzo, con doppio episodio alle 16:50.

Citando proprio le parole della casa editrice “puntidivista” da cui questi personaggi hanno preso vita: “tutto è cominciato ormai più di cinque anni fa, quando un pò per scherzo all'interno della redazione di Puntidivista, abbiamo immaginato che i nostri personaggi preferiti, Zampacorta, Caramella e Lampadino, potessero rappresentare anche in video, quello che sono sulla carta: strumento di inclusione tra bambini (e adulti) con disabilità e non...”.

Fu così che vide la luce  “Cartoon Able”, un metodo di lavorazione innovativo, un prodotto che ha richiesto oltre due anni di lavoro e che alla finalità ludica unisce una componente dal forte impatto sociale, pensata per promuovere l’inclusività fin dai primi anni di vita, tutto ciò è stato possibile grazie al sostegno e al supporto di vari specialisti, tra cui psicologi, medici, pedagogisti e alla società di produzione Animundi, la quale si è avvalsa della preziosa collaborazione con Rai Ragazzi.

La struttura degli episodi è semplice, prevede un linguaggio chiaro con tempi narrativi calibrati e ritmo versatile, uno stile di animazione fruibile da tutti, una voce narrante, proprio come un’audioguida, e un commento sonoro armonizzati al contesto per le parti prive di dialogo (a vantaggio dei bambini ciechi o ipovedenti), sottotitoli con specifica sintassi e traduzione simultanea nella Lingua Italiana dei Segni (LIS), con attori in costume che recitano in live- action inseriti in un fumetto (a vantaggio di bambini sordi). 

Le forme, la grafica e l’utilizzo dei colori, rispettano criteri di percezione particolari in conformità anche con le recenti ricerche delle discipline neuroestetiche che attribuiscono alle forme curve e a uno studiato accostamento dei colori una riduzione del livello di ansia e l’attivazione delle aree del cervello legate al piacere. Anche gli effetti sonori e le musiche sono tali da non risultare invasivi o fastidiosi per qualsiasi spettatore (a vantaggio dei bambini autistici). 

La serie animata è composta da venti episodi da sei minuti circa l’uno e racconta delle avventure di due fratellini, Lampadino e Caramella che grazie ad una formula magica possono entrare nel magiregno degli Zampa, e conoscere i loro amici animali.

Sono tutte storie semplici e chiare, che però, proprio in virtù della loro semplicità e immediatezza portano i bambini a riconoscersi e a rapportarsi con le diversità aiutandoli a comprenderle sugli altri, e ad accettarle meglio su se stessi.

Per la sua valenza pedagogica e sociale il progetto ha ottenuto il contributo economico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Sono molti i personaggi famosi che hanno accettato di sostenere attivamente il progetto, come lo stilista Renato Balestra e la stella della danza Sabrina Brazzo, o coloro che hanno prestato la loro voce ai vari personaggi come Giovanni Allevi, Beppe Carletti, Raul Cremona, Gigi e Ross, Vladimir Luxuria, Guillermo Mariotto e Giuseppe Zeno, quest’ultimo voce narrante di tutte le puntate.

Alcuni personaggi animati inseriti nella serie poi sono ispirati a persone vere, come:

- Willy bambino di origine africana che rappresenta il sostegno a Cartoon Able dell'associazione "Gli occhi della speranza". 

Willy è un bambino coraggioso che ha sempre affrontato le situazioni difficili nelle quali si è trovato, prendendole di petto e superando ogni scoglio.

- Federica: una dolce ragazzina dagli occhi color cielo. 

Federica Pelissero ci ha salutato il 7 marzo 2010, a soli 12 anni, dopo aver combattuto con una "brutta compagnia". 

Tutti gli anni, l'associazione onlus Federica Pelissero, questo il sito: Fondazione Federica Pelissero , mette a disposizione 500 euro ai compagni di Federica che, a loro volta, decidono a chi destinare questa quota. E nel 2015 i compagni di Federica hanno scelto il progetto "Cartoon Able".

Anche il blog Zig zag Mom, esperto di "Lifestyle per mamme equilibriste e stilose e bambini curiosi", ha sostenuto Cartoon Able, facendosi portatore del progetto.

Per concludere, trovo che “Lampadino e Caramella” sia un progetto rivoluzionario, il primo si spera di una lunga serie.

Non è solo una serie animata con personaggi con disabilità, ma è un grandioso progetto costruito su più livelli di inclusione e fruizione. Finalmente un prodotto animato per tutti i bambini, che da voce e spazio a chi di solito non ne ha, o ne ha pochissima.

Per chi volesse approfondire, questo è il sito della casa editrice responsabile del progetto principale:

http://www.puntidivistapdv.it

Potete vedere gli episodi della serie tv a questo link:

https://www.raiplay.it/programmi/lampadinoecaramellanelmagiregnodeglizampa

Fonte e spunti:

https://www.rai.it/ufficiostampa/assets/template/us-articolo.html?ssiPath=/articoli/2020/03/Lampadino-e-Caramella-31c06331-7051-4096-88cc-94f7f2645609-ssi.html

Samanta Crespi