Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Risonanza magnetica ad architettura aperta: comfort e accuratezza

14/01/2019 - AUTORE: Renato Coppini

Ma queste non sono le sole esigenze che un ospedale si trova a fronteggiare in questo ambito. È altrettanto necessario, infatti, avere un affidabile sistema di manutenzione, in grado di garantire la costante operatività di apparecchiature soggette a un utilizzo intensivo e un efficace sistema informatico centrale capace di accogliere, gestire e integrare l’ingente volume di dati prodotti dalla diagnostica con riguardo ai pazienti.
Maggiore intensità di campo per una maggiore accuratezza
Ed è importante ricordare, inoltre, che il benessere del Paziente rappresenta un valore primario per chi si occupa di Sanità. Per molti pazienti effettuare un esame di risonanza magnetica può essere problematico per diversi motivi. La possibilità di disporre di macchine ad architettura aperta diventa, quindi, fondamentale per soggetti claustrofobici e pazienti obesi. Senza dimenticare i pazienti pediatrici o, ancora, quelli collegati a flebo o altre apparecchiature salva vita.
Uno dei sistemi RM ad architettura aperta con la più alta intensità di campo si chiama Oasis ed è prodotto da Hitachi. Si tratta di una macchina per risonanza magnetica da 1,2 Tesla con una qualità delle immagini paragonabile a quella delle macchine a tunnel convenzionali da 1,5 Tesla, e capace quindi di garantire un alto livello di accuratezza diagnostica grazie a una tecnologia di rappresentazione delle immagini cliniche ad altissima risoluzione e alla dotazione di strumenti di post-processing come l’acquisizione volumetrica 3D. Questa caratteristica, in particolare, permette di visualizzare l’immagine da qualsiasi angolo, anche successivamente alla procedura di scansione: una funzione utile anche ai chirurghi per calcolare la traiettoria ideale di un’incisione durante l’intervento.
I vantaggi di un sistema aperto
Il paziente che effettua un esame con Oasis ha una visione panoramica dell’ambiente circostante. Condizione cruciale, come già visto, nel caso di pazienti claustrofobici, che possono essere quindi esaminati senza sedazione, ma anche per pazienti grandi obesi, non compatibili con i tunnel delle apparecchiature RM convenzionali e per i bambini, che durante l’esame possono avere la presenza rassicurante dei genitori. Riducendo l’ansia e lo stress del paziente, aumentano precisione e accuratezza del sistema, e di conseguenza diminuiscono i casi in cui si è costretti a ripetere l’esame, con un risparmio in termini di tempo e denaro. I vantaggi legati all’architettura aperta e alla possibilità di allineare in modo asimmetrico il lettino hanno una ricaduta positiva anche per la possibilità di valutare pazienti collegati ad altri apparecchi medicali, come flebo o monitor cardiaci, condizione frequente nel caso di vittime di traumi inviate dal pronto soccorso, per le quali una rapida diagnosi della lesione o della condizione può essere determinante.
Offrire al paziente il miglior trattamento possibile, vera priorità di un ospedale, significa dunque non solo garantire risultati precisi e affidabili, ma anche ridurre i tempi di elaborazione dei dati e di attesa. Per farlo, Hitachi ha sviluppato un’interfaccia software integrata con il sistema informatico ospedaliero, in grado di operare con ingenti quantità di dati, trasferendoli direttamente nel database della struttura per metterli a disposizione del personale medico.
Sviluppare soluzioni di cura efficaci, in modo sostenibile e accessibile, significa operare nel segno della Social Innovation e alimentare il progresso sociale attraverso l’offerta di tecnologie e prodotti originaliè da sempre la mission che orienta le azioni di Hitachi. Innovare per migliorare la qualità della vita di ogni giorno delle persone e della società, generando convergenza tecnologica: la crescita della società e il miglioramento della qualità della vita passano anche da qui.
Scoprite di più sulla risonanza magnetica e sulle altre soluzioni Hitachi nel mondo medicale e come la Social Innovation sta innovando questo settore e cosa ci possiamo aspettare nel futuro.
FONTE: http://native-adv.speciali.corriere.it/hitachi/2018/12/14/risonanza-magnetica-ad-architettura-aperta-aumentare-comfort-paziente-senza-perdere-accuratezza-diagnostica/?cmpid=Ca_Outbrain_hitachi_interno&_z1_adgid=375003&_z1_caid=5402913&_z1_msid=b1_rcs&_z1_pub=www%2Ecorriere%2Eit&_z1_tg=mory1