Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

La start-up italiana TeiaCare per accudire gli anziani nelle case di riposo

Uno dei problemi di questi ultimi decenni è il progressivo invecchiamento della popolazione con una riduzione delle natalità e tutto ciò, per alcuni studiosi ed analitici, porterebbe ad un altro problema: i costi sempre più elevati dell’assistenza sanitaria, a patto di misure adeguate. È questo un problema ed una necessità non solo italiana, dove si registra una notevole discordanza tra natalità e anzianità futura, ma un po' in tutto il mondo, ci sono naturalmente nazioni dove la natalità è in aumento o stabile e in rapporto tutto sommato equilibrato con l'invecchiamento, tuttavia, in ogni caso è comunque una questione globale. Senza andare con statistiche e numeri che sono poco interessanti ed edificanti, il problema esiste e si rischia, continuando cosi, un progressivo annullamento-azzeramento di razze e civiltà rispetto ad altre. C’è da dire che, per alcuni, questo è un falso problema in quanto fin da sempre ci sono stati mescolamenti di razze e di popoli diversi. È il normale e progressivo scambio interculturale. È impensabile pertanto chiudere le frontiere e fare in modo che ci sia una popolazione esclusivamente autoctona. Ma sicuramente, dev’essere posta grande attenzione almeno il miglioramento della qualità della vita di tutte quelle persone cosiddette anziane, in modo tale che possano restare indipendenti e in salute il più a lungo possibile. Ed uno dei modi sicuramente più efficaci è supportare l’innovazione tecnologica, gli studi e le ricerche che hanno come scopo di migliorare la vita delle persone anziane.

Una delle startup e italiane, TeiaCare, con l’aiuto del network EIT Health, ha annunciato di aver raccolto poco più di un milione di euro per accelerare lo sviluppo di Ancelia, una tecnologia di monitoraggio digitale che utilizza un sistema di intelligenza artificiale nell’accudimento degli anziani che vivono in case di riposo e presso le case di cura. Il progetto è stato sviluppato con l’aiuto di operatori sanitari con lo scopo di rendere le case di riposo e le case di cura ambienti più sicuri e più efficienti mediante l’uso di una tecnologia di avanguardia per monitorare e controllare i loro movimenti e le loro condizioni, utilizzando un sensore ottico posizionato sul soffitto, sopra al letto del paziente. I dati raccolti vengono poi utilizzati per anticipare e prevenire infortuni e quindi dell'inevitabile e progressivo deterioramento salute della persona. Detto cosi, probabilmente sembrerà una cosa da poco, ma come si sa, la prevenzione è una delle armi più efficaci che esistono e quindi è importante e fondamentale supportare sia i pazienti che gli operatori sanitari e se la tecnologia, attraverso le conoscenze odierne, garantiscono un aiuto bisogna sfruttare e dare un accesso maggiore a questa tecnologia intelligente che può garantire una vita più sicura.

Ancelia è al momento disponibile in Italia e TeiaCare sta per avviare il progetto anche in molte altre nazioni europee tra cui la Spagna, la Francia ed il Regno Unito.

Ovviamente e parlando in generale è un percorso lungo, ma sono convinto che sfruttando la tecnologia digitale, questa può aiutare a migliorare la vita. Ovviamente poi, sta a noi fare in modo che non sostituisca interamente la persona umana che, al momento, è l’unica a garantire un aiuto emotivo, di cui deve far parte della vita di tutti, soprattutto tra le persone che lavorano nel settore dell’assistenza, ma sicuramente utilizzare la tecnologia per questioni fisiche o di supporto o di monitoraggio potrebbe dare e creare maggiori aiuti e supporti alle stesse persone. E voi? che ne pensate? Siete a favore di tutti questi supporti tecnologici e startup che pensano e realizzano progetti con lo scopo di migliorare la vita di ciascuno di noi e di quanti hanno maggiori difficoltà? O si deve, anche per una questione lavorativa, dare sempre più importanza (o esclusività) ai lavoratori umani?, con tutti i pregi e i difetti di un'essere umano?

Alessandro Cavernicoli