Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Disabilità, autonomia e vita indipendente: come rendere tutto ciò possibile?

Si parla spesso di “vita indipendente”, “autonomia”, parole spesso tanto decantate in riferimento alle persone disabili.

Ma che cosa davvero si fa, e quanto davvero si fa, in questa direzione?

La mia disabilità rientra nella categoria delle “Paralisi celebrali infantili” e nello specifico nelle “tetraparesi spastiche”. Ora, sappiamo che anche in questa categoria specifica esistono moltissime sfumature e situazioni differenti vuoi per gravità, vuoi per contesto e possibilità differenti.

Quali sono quindi, idealmente, le condizioni, gli ausili, o accorgimenti necessari per vivere una vita il quanto più possibile autosufficiente anche con disabilità motoria?

Oltre alla mia esperienza personale, ho raccolto diversi suggerimenti che vi riporto qui di seguito:

FUORI CASA:

- Ausili come stampelle canadesi, bastoni, carrellino, carrozzina elettrica, scooter elettrico, o per chi ha la patente, avere l’auto adattata per la guida.

Tutte queste cose possono sembrare scontate, ma non c’è un ausilio migliore di altro, ma quello più utile e funzionale alla persona che comunque dovrà fare pratica per trovare quello più adatto.

-Mezzi pubblici:

Non tutti se la sentono o possono prendere la patente, in questo caso è utile avere dimestichezza coi mezzi pubblici della propria città o comune, anche se spesso il servizio è scarso o non pensato per persone con difficoltà motorie.

È importante se ci si muove a piedi conoscere gli orari, le fermate, i percorsi alternativi, i tratti accidentati, i marciapiedi, insomma farsi una mappa mentale di ciò che ci circonda in quartiere o città.

- Utilizzare zaino o borsa: uscire di casa se possibile con una borsa a tracolla (o uno zaino per chi preferisce), in modo da poter avere le mani libere, ma riuscire a portare comunque fino a 5 kg di peso circa, per la spesa o per ogni evenienza.

DENTRO CASA:

La casa ovviamente dovrebbe essere il più possibile accessibile, ma se non lo fosse, le cose principali da considerare sono:

- La possibilità di un ascensore, assenza di scale, ove possibile.

- Armadi e componibili, cucina capiente e il più possibile bassi, per chi non ha equilibrio per salire sulle sedie, ma anche per chi è stabilmente seduto su carrozzina, oltre a tutta una serie di aggeggi per prendere oggetti dal ripiano più alto della cucina. dell’armadio, o dal pavimento.

- Per chi lavora col computer, o in ufficio, occorre pensare a mouse e tastiere specifici, e anche particolari sedute comode per chi magari lavora da casa tante ore seduto, come in questo momento di emergenza e Smart Working.

- In cucina è utile che i fornelli siano vicino al lavello per limitare gli spostamenti, evitare anche di avere pavimenti troppo lisci, per non scivolare. Chi ha le stampelle sa quanto sia facile cadere per un niente.

- In bagno vasca o doccia con seggiolino, per riuscire a lavarsi da soli senza rischiare di scivolare, o anche quando ti aiutano a lavarti per sentirsi comunque in una posizione di sicurezza

- Per le pulizie occorre trovare strategie proprie, appoggi sui mobili, percorsi sicuri, per questo ovviamente ci vengono incontro anche alcuni elettrodomestici che facilitano il compito.


SUGGERIMENTI VALIDI PER TUTTI:

SPESA O ACQUISTI ONLINE:

-Per chi non potesse uscire o non potesse fare tanti spostamenti occorre pensare alla spesa online e acquisti online in generale.

In questa emergenza CoVid molti supermercati non riescono a stare dietro a tutti gli ordini e consegne, in questo caso la Croce Rossa e i volontari hanno attivato un servizio su richiesta telefonica e consegna della spesa a domicilio per anziani e disabili.

HOMEBANKING:

- Attivare i servizi di home banking per gestire i propri risparmi e pagare bollette comodamente da casa, per chi non guida o non riesce a prendere i mezzi.

AFFIDARSI AD UNA PERSONA COMPETENTE:

- Avere una persona di fiducia che possa venire in caso di bisogno, sia per le pulizie, che per commissioni, o altro.

CONOSCERE LE SCADENZE PER BONUS, RICONOSCIMENTI, REDDITI E PENSIONI:

- In questo caso, dato che le scadenze e i bonus e i sostegni sociali sono molteplici, occorre avere un calendario con scadenze e documenti sempre a portata di mano, oppure più semplicemente rivolgersi ad un Caaf convenzionato che molto spesso si occupa di tutte le pratiche in via telematica, o di persona.

In conclusione, per un adulto che voglia vivere in maniera autosufficiente e da solo, abbiamo visto che non è per nulla semplice costruirsi il proprio nido di sicurezze e certezze.

Quello che è certo, e che non può mancare, è sicuramente la volontà di adattarsi e di mettersi alla prova, unita ovviamente ad una buona entrata economica, che di questi tempi è un miraggio per molti, ma che è fondamentale per integrare i sussidi dello stato e far fronte a tutte le possibili esigenze, o situazioni che la vita può comportare.

Se qualcuno volesse approfondire il discorso su domotica e sugli elettrodomestici utili ai disabili, vi rimando a questo interessantissimo articolo di Antonella Tarantino:

https://www.disabiliabili.net/blog/legislazione/elettrodomestici-davvero-utili--alla--disabilita-quali-sono-1?

Si ringrazia Flora Iannaci per i suggerimenti, e tutti i vari utenti dei gruppi Facebook sulla disabilità che hanno risposto al mio sondaggio.

Samanta Crespi