I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Cambiare la carrozzina è una scelta che dev'essere fatta con vera attenzione

Per tanti disabili la carrozzina è parte del proprio corpo, un prolungamento per questo  sua scelta può significare il miglioramento o il peggioramento della propria vita quotidiana. Oggi mi permetto di darvi qualche consiglio, parlerò in particolare della carrozzina verticalizzante. Faremo un percorso per capire i diversi benefici che questo ausilio  porta con sé… Parlando in generale chi usa la carrozzina, passa la maggior parte del tempo in posizione seduta, è questo comporta dei problemi che possono peggiorare la patologia in se, dando sfogo a diverse problematiche come esempio:  •ulcera  da pressione •problemi alla circolazione, compresa la respirazione. Infatti con la carrozzina di tipo verticale, avendo la possibilità di stare in posizione eretta molti problemi si risolvono. Primo fra tutti la respirazione é i muscoli fanno un tipo di lavoro più regolare, anche la colonna vertebrale è più stabile e la pressione è meglio distribuita su tutto il corpo, migliora tutta la circolazione, che invece nella possibilità seduta ristagna negli arti inferiori, è anche più alto il rischio di trombosi.

Al contrario stando in piedi migliorano anche le funzioni intestinali e vescicali perché ci viene in aiuto la forza di gravità. Tutti i muscoli anche interni si distendono naturalmente, in questo modo per il corpo è più facile ritrovare una regolarità, cosa più difficile da verificarsi in posizione seduta. Per quanto riguarda la vescica diminuisce il rischio di infezioni e calcoli vescicali, sappiamo che mantenere il proprio peso e importante per chi ha una disabilita, bisogna preservare il proprio scheletro, questo però  è piu’ semplice stando eretti. In questo modo, si cerca di mantenere e aumentare la densità ossea, certo ci sono altre componenti importanti, il movimento e l’alimentazione ma stando in piedi con la carrozzina verticale tutto ciò é facilitato e rafforzato.

​​​​​​​Si riducono le deformità ossee e i traumi da sforzo, una carrozzina di tipo verticale riduce i problemi di spasticita' e contratture, sappiamo bene quanto pesano sulla persona disabile che sente il proprio corpo irrigidirsi e non poter far nulla per evitarlo. Il sistema verticale permette di compiere movimenti che non di possono fare da seduti, se così possiamo dire è possibile aumentare il lavoro di autonomia, anche in casa è più facile la sua manutenzione, e non ha problemi con i dislivelli che si possono incontrare. I trasferimenti che si compiono durante il giorno sono molti, una carrozzina verticale aiuta anche i famigliari ed aiutanti a compierli in maniera più sicura e meno faticoso e diminuisce il rischio di incidenti per  il disabile. Avere una posizione verticale può dare maggiore sicurezza nella vita di ogni giorno e con la società, questo aiuta la vita con gli altri, anche questo può essere un vantaggio. Questa carrozzina, permette anche di poter svolgere i lavori domestici come cucinare, spolverare, insomma  sentirsi più  donne di casa.  Per il uomini può facilitarli nei lavori, soprattutto quelli che si svolgono stanno in piedi. Sarebbe una cosa bellissima, se si sostituisse questo tipo di carrozzina a quelle che usiamo normalmente oggi, Il problema è sempre quello che costano molto non sono alla portata di tutti. Mi auguro che ben presto le cose possono cambiare in modo da poter migliorare la vita di tutti. Se volete maggiori informazioni  su questo ausilio potete visitare il nostro sito http://www.disabiliabili.net

Floriana Salvagione