Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Acufeni. La cura naturopatica a base di 10 Rimedi Naturali

12/02/2019 - AUTORE: Renato Coppini

L’intensità del suono va da lieve a gravemente disturbante, può essere costante o può andare e venire. Si stima che ne soffre circa dal 10% al 15% della popolazione.
L’acufene è spesso secondario alla perdita dell’udito e può comportare disfunzioni nel cervello o in qualsiasi porzione del percorso uditivo.
Cause
Al fine di stimolare la capacità innata del corpo di guarire bisogna identificare e affrontare le cause della malattia. Qualsiasi cosa che possa influire sull’udito, come un’infezione all’orecchio o cerume in eccesso, può peggiorare l’acufene. È necessaria una valutazione dettagliata per determinare quali fattori stanno contribuendo a questa condizione. Statisticamente l’acufene si manifesta più frequentemente negli anziani e negli uomini.
Danno fisico. Un trauma fisico alla testa o al timpano può causare l’acufene. L’esposizione a forti rumori, soprattutto se costante nel tempo, è una causa comune di questa condizione, poiché un rumore forte può danneggiare il nervo uditivo.
Alimentazione. Alcuni alimenti, in particolare quelli che attivano il sistema nervoso, come lo zucchero e la caffeina, possono innescare o causare l’acufene. Le intolleranze alimentari possono peggiorarlo.
Postura. Il disallineamento posturale, in particolare del rachide cervicale, può provocare l’acufene o può intensificare l’impatto di altri fattori.
Sonno . L’acufene cronico tende ad essere associato a disturbi cronici del sonno. Questa condizione, inoltre, può di per sé disturbare il sonno. Quindi è importante trattare l’insonnia e avere un sonno riposante.
Stress. Lo stress può aggravare l’acufene e può aumentarne la percezione. Ci sono degli integratori naturali per abbassare lo stress, quello più importante e studiate è sicuramente la Rodiola.
Allergia. Le allergie ambientali possono peggiorare o innescare l’acufene.
Farmaci. Molti farmaci possono causare l’acufene come reazione avversa, ma spesso si risolve con l’interruzione del trattamento. In alcuni casi, invece, può essere permanente. I comuni farmaci associati agli acufeni includono l’aspirina (se abusata), gli antibiotici aminoglicosidici e il chinino.
Metalli pesanti. Questa è una della cause più diffuse eppure poco indagate. L’esposizione a metalli pesanti oggi interessa tutta la popolazione a causa dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua, pesticidi nel cibo, utensili per la cottura e sono presenti anche in alcuni farmaci. I metalli pesanti che possono causare acufeni sono: Test diagnostici
La valutazione iniziale include un’anamnesi completa e un esame fisico. L’inizio dell’acufene, la frequenza e la variabilità forniscono una guida per determinarne la causa alla radice. Ad esempio, l’acufene causato da un danno al nervo uditivo è in genere costante, mentre se è dovuto all’alimentazione o all’uso di farmaci è più probabile che sia intermittente.
Valutazione della funzione uditiva. Per valutare la funzione uditiva di base, è necessario eseguire test che includano audiografia, timpanometria e test di discriminazione vocale.3
Diagnosi per immagini. A volte può anche essere richiesta una tomografia computerizzata (TC) o una risonanza magnetica (MRI).
Esami di laboratorio. Gli esami del sangue come: esame del colesterolo, CBC, analisi dei livelli della vitamina B12 e dei livelli di zinco, possono essere utili per identificare la causa sottostante dell’acufene.5
Sintomi e condizioni correlate
La dilatazione dei vasi sanguigni, in particolare delle arterie del collo, può iniziare o aggravare i sintomi. I problemi di salute associati agli acufeni includono: § Malattia di Meniere
§ Neuroma acustico § Disturbi della tiroide
L’acufene pulsante è in genere correlato al flusso di sangue vicino all’orecchio. Le condizioni associate a questo tipo di disturbo includono:
§ Gravidanza Rimedi naturali
L’obiettivo del trattamento è di supportare e lavorare in sintonia con il potere curativo del corpo e di affrontare le cause della malattia con strategie individuali. L’acufene è in genere una malattia cronica e richiede una valutazione continua e un trattamento personalizzato. È sempre consigliabile rivolgersi ad un professionista prima di intraprendere qualsiasi terapia.
1. Monitorare qualsiasi aumento di intensità o frequenza degli acufeni. I fattori associati allo stile di vita possono fornire una preziosa guida su come minimizzare l’impatto dell’acufene sulla salute.
2. Jala Neti. Può essere utile effettuare un lavaggio nasale come spiegato in Jala Neti – L’antica pratica yogica che libera naso, orecchie e migliora la vista
3. Rilascio dello stress. La terapia di rilassamento può essere efficace per mitigare l’acufene. Se è aggravato dal digrignare i denti per lo stress, può essere utile rilassarsi per diminuire questo fattore scatenanti. Possono essere utili la terapia cognitiva e comportamentale, la meditazione vipassana e l’assunzione di integratori come la Rodiola. La terapia con maschera si è dimostrata efficace: prevede l’uso di un dispositivo che produce un rumore “bianco”, che riduce la percezione degli acufeni.
4. Esercizio fisico. Pratiche come il Qi Gong, il Tai Chi e lo Yoga possono essere utili nel ridurre i sintomi dell’acufene. Anche lo stretching e l’allenamento posturale possono essere una terapia efficace. Puoi trovare descritte alcune pratiche da fare facilmente in casa in questi articoli: Surya Namaskara. I 12 Esercizi Yoga del Saluto al Sole e Makko-Ho: Esercizi di stiramento dei meridiani per avere energia e salute.
FONTE: https://www.dionidream.com/acufeni/