Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Una ventata d’allegria

Nulla può fermare i suoi sogni i suoi progetti, continua ancora a far parlare di se Giada Canino, la ballerina di Calolzio in provincia di Lecco, affetta da trisomia 21 o meglio conosciuta come sindrome di down. Non è la prima volta che la nostra protagonista partecipa ad eventi del genere, con la Rosydance grazie a questa squadra, infatti ha già vinto diversi premi durante importanti campionati. Ma anche in questa circostanza, la quattordicenne non ha perso l'occasione ed è riuscita nel suo intento, quello di portarsi a casa il terzo posto al campionato on-line Fids (Federazione Italiana Danza Sportiva) paraolimpico. Un evento che è stato organizzato durante questi giorni d’emergenza covid-19, per dar modo ai ragazzi provenienti da tutta Italia, di poter fare le loro gare a distanza, in modo da rispettare le regole che sono fondamentali in questo periodo, per rispettare la nostra salute e quella degli altri. I partecipanti, hanno gareggiato ognuno dalla propria casa, inviando il video della loro esibizione alla giuria messa a disposizione dalla Fids. Insieme al giudizio degli esperti non è mancato il voto del pubblico tramite i nostri social. La giovane calolziese, insieme a tutta la sua squadra, si è aggiudicata una delle coppe messe a disposizione per la gara. Invece nella prova singola è arrivata terza, conquistandosi la “stella” Fids della giuria social e dei fan più accaniti, (totalizzando 642 voti.) A sostenere Giada, da sempre ci sono i suoi genitori, papà Elio e mamma Luigia, accompagnati da tanti amici, compaesani, ma anche tanta gente comune. A lei ed a tutti coloro che hanno gareggiato, vanno i complimenti della propria scuola di danza che dice: “ Si conclude il campionato on-line Paralimpico Fids che ci ha regalato tante emozioni e bellissime coreografie. I ragazzi sono stati tutti bravissimi, la Squadra Paralimpica Rosydance di Villongo ha conseguito risultati di grande livello ( dal primo posto nello show dance al secondo nella Bachata ed altri ancora.) Coloro che hanno partecipato a questo campionato, sono stati 94. Un grazie particolare va alla Fids, che ha reso possibile tutto questo, ma anche alla maestra di ballo Marianna Cadei, ed ha tutta la scuola Rosydance Ads. Inoltre complimenti a tutti coloro che hanno partecipato, alle famiglie, ai tecnici ed anche ai fan: è stata una gara molto combattuta con numeri da record”. In un momento particolare come questo, che sembrava aver paralizzato le nostre giornate rendendole piene di paure ed incertezze, la forza Giada e dei i suoi compagni d'avventura, ci ridona la voglia di continuare a credere che ce la possiamo fare e che presto tutto quello che stiamo vivendo sarà solo un brutto ricordo, anche se in ognuno di noi lascerà un segno indelebile.

Floriana Salvagione