Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

L’amore non ha età

Ancora una volta, ci troviamo di fronte ad un grande insegnamento per aiutarci a cambiare il nostro modo di vedere le cose. La maggior parte di noi giovani è abituata a pensare, che le persone anziane non possono più rendersi utili alla società, perché ormai troppo avanti con l'età. Invece questa bellissima storia che sto per raccontarvi, smentisce qualsiasi pregiudizio. Ci troviamo a Montemignaio un piccolo paese in provincia di Arezzo, dove abita Jaffar, con la sua famiglia. Lui è un bambino di origine macedone, ed è non vedente, ha sei anni, frequenta la scuola elementare nel casentino sempre in provincia di Arezzo. Il padre di questo bambino è un falegname, lavora tutto il giorno, sua madre non avendo la patente non può accompagnarlo neanche lei. L’autobus che passa tutte le mattine da quelle parti, non è attrezzato per il trasporto di bambini disabili, Sì perché come al solito, nel nostro paese si fanno tante di quelle leggi per le persone che ne hanno bisogno, ma poi nessuno si preoccupa di metterle in pratica. Quello che però non abbiamo ancora detto é che la scuola si trova 60 km dal paese, quindi come permettere al piccolo Jaffar di poter frequentare come tutti i bambini della sua età? A decidere di aiutare questo bambino è stato nonno Romano, un pensionato di 84 anni, che ogni mattina alle 7:30, va a prendere il piccolo da casa per accompagnarlo a scuola. Il gesto di questo nonnino, ha colpito molto l'intera città, tanto che il sindaco ha voluto complimentarsi con lui, dicendo: che Romano è un bell'esempio di generosità disinteressata e di altruismo. La notizia è arrivata anche all’orecchio della Fondazione Senior Italia, che l'ha voluto premiare anch’essa, questo dolce nonnino dal cuore d’oro, per gli stessi motivi del primo cittadino del paese. Quando Romano ha saputo del premio, è rimasto incredulo e dice di non aver fatto nulla per meritarlo, ma ha semplicemente aiutato una famiglia in difficoltà. Il regalo più bello per lui, è vedere Jaffar giocare con gli altri bambini, che ora riconosce al tatto. Il gesto di questo nonnino c'insegna, che ce sempre da imparare dalle persone anziane, l’altruismo e la generosità che ha dimostrato nei confronti di questo bambino lascia tutti senza parole, perché nonostante la sua bella età, si è messo a disposizione di Jaffar, permettendogli di frequentare la scuola e non perdere le lezioni, ma anche di avere delle ore di spensieratezza con i suoi amichetti, per far si che lui non si senta diverso a causa della sua disabilità.

Floriana Salvagione