Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Pyeongchang 2018

20/02/2018 - AUTORE: Pietro Marino

Olimpiadi invernali di Pyeongchang 2018. La medaglia d'argento la conquista la staffetta femminile trascinata proprio da Arianna Fontana e composta anche da Martina Valcepina, Lucia Peretti e Cecilia Maffei: seconde alle spalle della Corea del Sud in una finale caratterizzata da una doppia squalifica per Canada e Cina. Ha partecipato alle gare di pattinaggio artistico anche la coppia italiana formata da Anna Cappellini e Luca Lanotte, che sono arrivati in sesta posizione. Invece Francesca Lollobrigida, unica azzurra in gara nella prova olimpica dei 3.000 metri femminili di pattinaggio velocità al Gangneung Oval, è arrivata 13esima. Oro per Arianna Fontana neli 500 metri short track. L'azzurra ha vinto al fotofinish una emozionante finale svoltasi alla Gangneung Ice Arena. Tricolore sulle spalle e lacrime per la Fontana. Si tratta della sesta medaglia olimpica dopo un argento e quattro bronzi da Torino 2006 in poi. Male gli italiani: fuori nella manche di slalom sia Peter Fill che Dominik Paris, rispettivamente sesto e decimo al termine della discesa, mentre Christof Innerhofer chiude 14esimo dopo il quinto tempo della prima parte di gara. Cocente la delusione di Innerhofer, il migliore dell'Italia Team: "Entrare nei primi tre era impossibile. Nello slalom ha provato a spingere ma gli sci ballavano, un tremolio continuo. Oro ai canadesi bob a due, 500 metri speed skating a Lorentzen per un centesimi. Per gli azzurri un sorriso da Cappellini-Lanotte nel pattinaggio danza di coppia: sono quinti dopo il corto, il bronzo è possibile. Emozioni dal pattinaggio figura a coppie di danza. La coppia azzurra, che lotterà per il bronzo, ha ottenuto complessivamente 76.57. Brutte notizie dal curling. L'Italia cede alla Corea. Vittoria della Norvegia nel salto con gli sci prova a squadre grazie al punteggio complessivo di 1098,5, davanti alla Germania con 1075,7 e alla Polonia 1072,4. Italia fuori dalle prime otto.

Piero