Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Lo sport: una porta verso l'inclusione

Oggi vi porto nella regione in cui vivo: la Sardegna, e precisamente a Selargius. L’ottava città più popolosa dell’isola, conta 28.903 abitanti e fa parte dell’area metropolitana di Cagliari.

In questa città ha la sua sede l’Associazione sportiva Sardegna Sport (Sa.Spo.). Fra tesserati e allenatori si contano 150 persone e la sua attività va avanti da ben 38 anni. Per tutta la regione, è sempre stato un punto di riferimento non solo da un punto di vista sportivo, sia agonistico che non, ma anche per la possibilità che questa concede di instaurare nuove relazioni fra gli iscritti.

Da qualche giorno si è fatto un grande passo avanti, il 28 febbraio 2020 è stato inaugurata una palestra unica nel suo genere in Sardegna. Infatti, si tratta di un grande capannone totalmente rinnovato e adibito a palestra. La società cercando di stare al passo coi tempi ha deciso di far sì che la nuova struttura fosse adeguata a potenziali atleti paralimpici. Questo ambizioso progetto è stato possibile grazie bando nazionale OSO – Ogni Sport Oltre lanciato da FONDAZIONE VODAFONE ITALIA. “La fondazione si preoccupa non soltanto di aiutare le persone con disabilità a praticare sport, ma in modo particolare a sostenere attivamente le associazioni presenti sul territorio”. A parlarne è Maria Piccolo, Consigliere di Vodafone Italia, e approfondisce il discorso specificando che in questo giorno sono due le realtà che si coniugano, infatti vediamo radicarsi maggiormente l’esperienza di un’associazione che vive nel territorio e inoltre il recupero di una struttura già presente. Tutto questo rappresenta una grande crescita per una società aperta alla diversità che dà a tutti la possibilità di fare sport.

Andiamo ora a visitare meglio il salone. Sono vari gli sport su cui si si potrà cimentare: pallacanestro, calcetto, calcio balilla, tennistavolo, ginnastica. Troviamo anche la possibilità di mettersi alla prova con la boccia paralimpica, si tratta di una attività indicata per patologie più serie come la tetraparesi spastica, distofie, atetosi, atassia.

In un altro ambiente, si trova la sala pesi. Una zona ben attrezzata e perfettamente accessibile a coloro che si trovano in carrozzina, infatti,non si dovranno preoccupare di fare alcun tipo di trasbordo. Andando avanti troviamo gli uffici amministrativi e i bagni con docce.

Nelle strutture limitrofe troviamo altre realtà sportive, un modo per favorire l'iterazione fra atleti.

L’intento della Sa.Spo. è quello di rendere la struttura un'ambiente aperto a tutta la cittadinanza di Cagliari, ovviamente ci si riferisce anche ai normodotati. Il lavoro non terminerà qui. Il progetto proseguirà con l’intento di allargare le attività e rafforzare la collaborazione con l’Unità Spinale di Cagliari e arrivare ai centri specializzati in traumatologia e problematiche cerebrali. In questi casi la riabilitazione è fondamentale e lo sport si rivela sempre un supporto importante. A raccontarci il bellissimo obiettivo è Luciano Lisci rappresentante legale della Sa.Spo.

Per chi volesse maggiori informarsi può recarsi direttamente presso l’Istituto Salesiano San Domenico Savio di Selargius via Don Bosco 14 - 09047, oppure a Cagliari in via degli Sport 09126, o altrimenti telefonare al numero 070 7568279.

Ci auguriamo che tutto ciò avvenga al più presto. Lo sport fa da traino per costruire una vita piena, per una buona salute fisica e mentale, e aiuta sicuramente ogni persona disabile o meno a raggiungere dei traguardi  significativi che portano a serenità e stabilità.

Auguri alla Sa.Spo. da tutti noi ed evviva lo sport per tutti!

Margherita Rastiello

Spunti da: www.ognisportoltre.it