Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Il benessere del movimento è per tutti.

Allenare il corpo, liberare la mente e risollevare lo spirito sono solo alcuni dei tanti benefici del camminare che possiamo ottenere semplicemente iniziando. Eppure, forse ‘viziati’ dalle cattive abitudini moderne e dai ritmi frenetici della città che spingono verso l’utilizzo di mezzi di trasporto più comodi e veloci, la maggior parte di noi ha perso di vista i molti benefici che si nascondono dietro questa semplice, e solo apparentemente ‘banale’, azione. Esiste anche  La camminata sportiva: uno sport di resistenza in cui ognuno trova beneficio! La camminata sportiva, chiamata anche camminata rapida o sportiva walking, è uno sport che si pratica a ritmo più sostenuto rispetto alla camminata quotidiana. Si allena la respirazione, la resistenza e quasi tutti i muscoli del corpo.  La camminata è un movimento naturale dell'essere umano, studiato per essere il più 'economico' possibile. Essendo un movimento che facciamo sempre, il nostro corpo si predispone a spendere meno energia possibile. La maggior parte delle persone cammina a poco più della velocità di base: va da sé che questo tipo di velocità non ha un impatto allenante. Per considerare la camminata attività sportiva, dobbiamo accelerare il passo e solo quando avremo la sensazione di stare per correre avremo raggiunto la velocità giusta. Il nostro fisico lo dobbiamo ascoltare, non sfiancare. Cosa c’è di meglio che una bella camminata, possibilmente nella natura, svolgere una moderata attività fisica risulta già molto positivo ai fini di un organismo ossigenato e quindi per la salute. La camminata veloce o più semplicemente una bella passeggiata aiutano a prevenire malattie importanti (come patologie cardiovascolari e diabete) e tiene lontano molte malattie degenerative, come hanno confermato degli studi i quali hanno svelato che chi fa una passeggiata di un’ora ogni due o tre giorni, ha ottimi benefici per il corpo. L’autunno, con i suoi colori, le sue luci, le sue foschie, i suoi profumi e sapori è uno dei periodi più belli per camminare. Camminare fa bene perché permette di migliorare la salute, ridurre lo stress, contribuisce a rilassare la tensione muscolare e ci aiuterà inoltre a dormire. Camminare ci porterà anche ad un discreto consumo di calorie, circa 100-120 ogni mezz'ora, ideale per chi, oltre al benessere dell’organismo, ha l’obiettivo di dimagrire e bruciare quella fastidiosa cellulite in girovita. Quando camminiamo il nostro cervello funziona meglio: è ossigenato e irrorato di buon sangue. Le capacità di problem soling sono attive e questo può essere un ottimo momento per risolvere un problema personale o lavorativo. Che si faccia su una strada asfaltata o su un sentiero tortuoso, tutte le sere dopo il lavoro o in estate durante le vacanze, camminare favorisce il benessere completo della persona in quanto agisce sinergicamente su corpo, mente e spirito. E questo vale anche per le persone con disabilità, che traggono maggiori benefici di tipo cognitivo dagli sport in cui l'atleta interagisce con una situazione mutevole e variabile, come nei casi del basket o della scherma in carrozzina. Da molti anni è accertato che l'attività fisica adattata e lo sport possono migliorare anche le capacità funzionali e l'autonomia delle persone disabili nello svolgimento delle attività quotidiane. Movimento per tutti uguale benessere della mente e del corpo.

Piero D.M.