Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Golf per l'inclusione, al Crema Resort l'Open d'Italia disabili

10/10/2018 - AUTORE: Simone Carelli

Lo sport cari lettori soprattutto in ambito di disabilità e non solo, ci sta dando tante soddisfazioni, ed è bello vedere che anche sport emergenti in Italia come il golf abbia il contributo e la spinta, anche di atleti disabili e di associazioni specifiche e specializzate su questa tematica. Il momento è quello giusto, per far emergere il golf anche nel nostro paese, viste le recenti vittorie Del golfista Italiano Molinari che ha vinto i due piu’ importanti tornei a livello internazionale di questa disciplina proprio quest’anno; il BRITISH OPEN e la RYDER CUP; Un occasione da sfruttare per il movimento golfistico nazionale e per gli atleti disabili che possono mostrare ancora le loro già evidenti qualità sportive e caratteriali. Non mi addentro nelle spiegazioni tecniche di questo sport perché per ora non ho nessuna conoscenza in merito, ma comunque la ritengo una esperienza nuova ed innovativa, ed il fatto che venga fatta vicino a me un iniziativa così importante a livello sportivo nazionale a mio parere era da segnalare. Con questo vi saluto e vi auguro buona permanenza e lettura tra le pagine del nostro blog, un abbraccio a presto.
Simone

Di: La Provincia
Dall’11 al 12 ottobre in gara golfisti paralimpici provenienti da numerose nazioni, per un torneo che abbina l’aspetto sportivo alla finalità sociale.
CREMA - Uno sport per tutti: inclusivo, aggregante e adatto anche alle esigenze di persone che convivono con una disabilità. L’Open d’Italia Disabili – Sanofi Genzyme, in programma al Golf Club Crema Resort dall’11 al 12 ottobre 2018, è molto più di un torneo di golf. Attraverso questa competizione, infatti, la Federazione Italiana Golf rafforza la propria attenzione e vicinanza nei confronti degli atleti paralimpici, dimostrando la loro centralità all’interno del Progetto Ryder Cup 2022. L’impegno della FIG trova conferma anche nel lavoro del proprio settore paralimpico, con un qualificato staff tecnico che organizza raduni e allenamenti ad hoc per la Squadra Nazionale Disabili.
L’Open d’Italia Disabili, giunto alla 18esima edizione, quest’anno avrà il supporto, come Title Sponsor, di Sanofi Genzyme, divisione specialty care dell’azienda farmaceutica Sanofi, specializzata in malattie rare, sclerosi multipla, oncologia e immunologia. Sarà la prima edizione al Golf Club Crema Resort, circolo lombardo situato a pochi chilometri da Milano nella splendida cornice rurale del Podere d’Ombriano.
La formula di gioco – L’Open d’Italia Disabili – Sanofi Genzyme, aperto a tutte le tipologie di disabilità e alle sei categorie di golf handicap, si disputerà sulla distanza di 36 buche, 18 al giorno. Il torneo, inserito nel circuito EDGA (European Disabled Golf Association), avrà in gara 33 concorrenti provenienti da numerose nazioni. Difenderà il titolo lo svedese Joakim Björkman, vincitore delle ultime tre edizioni.
Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022: “Desidero ringraziare Sanofi Genzyme e il General Manager Enrico Piccinini per la sensibilità e la vicinanza dimostrate nei confronti del mondo paralimpico. Per la Federazione Italiana Golf e per il Progetto Ryder Cup 2022 è motivo di grande orgoglio poter organizzare un evento così importante, la cui finalità sottolinea come l’inclusione sociale, a tutti i livelli, sia un nostro obiettivo prioritario. Siamo anche molto fieri di aver dato vita a un settore paralimpico, con uno staff tecnico composto da direttori e allenatori che stanno dando un contributo importante allo sviluppo della Nazionale Italiana Disabili”.
Enrico Piccinini, General Manager di Sanofi Genzyme: “Ho accolto con piacere la proposta del Direttore Montali di essere sostenitori quest’anno dell’Open d’Italia Disabili. È motivo di soddisfazione e orgoglio poter contribuire a una manifestazione che ha reso questo sport accessibile a tutti, anche a chi convive con una disabilità. Sono molte le iniziative che portiamo avanti per favorire una migliore qualità di vita alle persone affette da patologie croniche, complesse o invalidanti. Perché il nostro impegno non si esaurisce nella ricerca e produzione di terapie, ma cerca di contribuire alla cura della persona a tutto tondo”.
Fonte: http://www.laprovinciacr.it/news/sport/206548/golf-per-l-inclusione-al-crema-resort-l-open-d-italia-disabili.html