Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Baskin a Pistoia: quando lo sport abbatte le barriere

15/09/2018 - AUTORE: Riccardo Merelli

La Asd Baskin Pistoia ha portato questa particolare disciplina a Pistoia e adesso con l’aiuto di One Love il progetto si sta consolidando. Tutto quello che c’è da sapereE’ allergico alle barriere il baskin, qualunque esse siano. Valorizzando il vero significato dello sport che come diceva Nelson Mandela- il leader sudafricano che lo ha usato per la battaglia contro la segregazione razziale, di cui pochi giorni fa si è ricordato il centenario dalla nascita- “unisce le persone come pochi”. Nel baskin sotto ad un canestro giocano uomini e donne insieme, normodotati e disabili, professionisti ed amatori che si aiutano e collaborano per una vittoria in cui ogni ruolo (basato sulle capacità fisiche) è importante. A guardar bene, una barriera era rimasta almeno sul nostro territorio, quella anagrafica, ma l’intraprendente Asd Baskin Pistoia la romperà da settembre quando la società sportiva pistoiese inaugurerà il corso di minibaskin. Riuscendo ad accogliere in palestra per innamorarsi del basket per tutti, anche i giovanissimi tra gli 8 e i 14 anni oltre che i senior. Un traguardo in cui c’è l’impegno di Fabio Poppi e Federica Bolognesi che, dal 2017, si sono impegnati per portare il baskin a Pistoia, c’è la crescita di questa disciplina che conta una trentina di tesserati e una ventina di richieste per i più piccoli e c’ è l’aiuto di un’altra realtà solidale pistoiese col cuore a spicchi come la One Love Onlus. La collaborazione tra One Love e Baskin andrà oltre l’aiuto economico che la onlus darà- attiva con progetti di cooperazione internazionale in varie parti del mondo (Senegal in primis)- e che da solo non basterebbe a finanziare tutto il progetto che ha bisogno di fondi e supporti esterni. Quella delle due associazioni sarà una “missione” comune arricchita dalla passione e l’esperienza sottocanestro del presidente di One Love, Giacomo Simonini, che nei paraggi di una retina rimane “il Secco”. Ex pirata delle minors toscane, per tanti anni ha bombardato le retine avversarie con le maglie di Green Team, Bottegone e Dany Quarrata (tra gli altri). Ora Giacomo passa dall’altra parte e sarà uno degli istruttori ai corsi di minibaskin insieme a Federica e Fabio e ad Anna Chiara Spinetti. Come per i grandi, il minibaskin è una disciplina sportiva a tutti gli effetti con tanto di regole studiate per ognuno dei ruoli calibrati sulle capacità motorie dei vari giocatori. Tra queste i diversi punteggi per i canestri fatti da ruoli diversi che evidenziano come ognuno sia fondamentale per far vincere la squadra.
Il supporto dell’assessore Gabriele Magni nel trovare spazi nelle (pochissime) palestre cittadine a norma di baskin, è un altro tassello per la crescita del movimento: il corso di minibaskin sarà- nella volontà della società- gratuito per avvicinare quante più persone possibile e non gravare su famiglie che invece possono essere supportate da questa opportunità per i propri figli. Nella passata stagione la squadra senior ha disputato il campionato regionale, nato sullo slancio delle molte realtà presenti nella provincia di Lucca e a cui il Baskin Pistoia si è ispirato, ed è arrivato alle final four della Coppa Italia. Per informazioni si può seguire la pagina Facebook “Baskin Pistoia” o contattare Fabio Poppi (339/ 3778907).

[FONTE http://www.pistoiasport.com/baskin-pistoia-lo-sport-abbatte-le-barriere/ ]

Riccardo Merelli