Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

L'uso medico della cannabis

Noi tutti sappiamo che la marijuana è uno stupefacente, ed è giusto che ne venga limitato l'utilizzo. 

La marijuana è classificata tra le droghe leggere e poco dannose. Per chi soffre di malattie degenerative e molto dolorose, la cannabis per uso medico è uno dei pochi palliativi a disposizione per codesti malati. 

Da molto tempo si dibatte per la legalizzazione delle droghe leggere, a mio avviso è una cosa giusta soprattutto per i malati che hanno bisogno di usufruirne, in modo da non rivolgersi alla criminalità per usufruirne. 

Matteo Gracis nel suo volume "Canapa una storia incredibile" esplicita le varie proprietà di questa erba tra cui quella medica, vi invito a leggere il volume.

Ricordiamoci inoltre che Marco Pannella con i radicali da sempre ha lottato per la legalizzazione delle droghe leggere.

Insomma un tema annoso che però bisogna affrontare soprattutto per chi la utilizza per uso medico e potrebbe appagare le sue sofferenze, perché ricordiamoci che quando si hanno sofferenze atroci anche se si tratta di droga non importa nulla, l'importante che si riesca a contenere e diminuire le sofferenze.

Non so pronunciarmi se sia vero o meno che la cannabis riesca ad aiutare i bambini con autismo, però in diverse riviste ho letto che è d'aiuto, ovviamente non ho la certezza scientifica, ma ciò deve essere uno spunto per studiare le molteplici proprietà di quest'erba e non fermarci soltanto ad un utilizzo come stupefacente.

Preciso che questo mio scritto non vuole assolutamente incentivare l'utilizzo di droghe, l'ho scritto per ricordarci che ci sono molti malati che hanno bisogno di diminuire le proprie sofferenze e la cannabis è un'erba pertanto un aiuto  del tutto naturale,  e a mio avviso si deve fare di tutto fin quando  si avrà la possibilità di usufruirne in modo legale e riconosciuto dallo Stato.

RIFLETTIAMO ANCHE SU QUESTI TEMI!

Nele Vernuccio