Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Le ricette per ritirare i farmaci si devono chiedere non più andando dal medico.

Il coronavirus sta inevitabilmente e chissà ancora per quanto tempo modificando il nostro stile di vita. Penso sia giusto limitare le uscite al minimo per evitare di diffondere il contagio ancora di più e per cercare di uscire da questa situazione il prima possibile. Alcune farmacie stanno effettuando consegne a domicilio di farmaci così come alcuni grandi magazzini, alimentari e centri commerciali stanno effettuando consegne di cibo a domicilio, certo spesso qualcosa di quanto ordinato manca o ci sono alcuni errori, ma tutto questo è fatto per limitare gli spostamenti ed il contagio da Coronavirus e quindi va bene così.

Anche il settore medico si sta organizzando e indirizzando verso questa via, infatti i cittadini potranno e dovranno ricevere la ricetta elettronica per e-mail, messaggio o telefonata, senza così passare fisicamente dal medico di base. Purtroppo, uno dei maggiori problemi è che la gente, oltre al coronavirus, deve, in certi casi, affrontare anche altri tipi di problemi e malanni e se è vietato, in generale, uscire, la situazione a volte diventa complessa. Pertanto, la decisione è quella che per ritirare i farmaci basta una e-mail o un sms sul cellulare e sarà la Croce Rossa Italiana a consegnare i vari farmaci nelle case delle persone richiedenti.  

Esattamente quindi cosa bisogna fare: si deve contattare il proprio dottore e chiedergli la prescrizione dei farmaci per i quali si ha bisogno e quando il medico fa la ricetta, in questo caso sarà elettronica, il paziente può chiedere il numero della ricetta e averla tramite e-mail, indicando la propria e-mail o un messaggio, indicando, ovviamente, il proprio numero di cellulare o mediante una telefonata alla persona stessa da parte del medico e poi della Croce Rossa, paziente che deve, anche per questo caso, dare il proprio numero di telefono al medico.

Vedete voi quale possa essere il modo migliore e adatto alle vostre esigenze e conoscenze dei vari mezzi tecnologici, fatevi aiutare se avete parenti a casa più esperti, ma cercate di uscire il meno possibile.

Alessandro Cavernicoli