Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Il corona virus ha cambiato la nostra vita

Prestare molta attenzione, in questa situazione, di pandemia e alle limitazioni di movimento, al mantenimento di un sano stile di vita è molto importante per evitare che, una volta usciti dall'emergenza, ci ritroviamo a fare i conti, individualmente e come popolazione, con un incremento di tutte quelle malattie (diabete, malattie cardiovascolari, tumori e malattie respiratorie croniche) che sono favorite o aggravate da comportamenti scorretti. È la prima volta che nella storia della Repubblica italiana viene adottata una misura di tale portata, che ha , e avrà , grosse conseguenze non solo sull'economia del Paese, ma anche sulla vita sociale dei cittadini italiani. L’impatto più grosso è che ci viene chiesto un radicale cambiamento dello stile di vita quotidiano, dove ci viene chiesto paradossalmente non di fare più cose, come la società moderna ci ha abituati a fare, generando il cosiddetto “stress per le tante cose da fare”.  Quello della sindrome della capanna è un problema che, nella situazione attuale, rientra nell'allarme lanciato dal direttore generale dell' Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, secondo il quale l’emergenza Covid 19 sta provocando l’aumento di segnalazioni di patologie come ansia e paura, ma anche disturbi del sonno e depressione. Pochi giri di parole: nell'ultimo periodo,  la vita ci è stata sconvolta per davvero, ed è inutile darsi una scadenza temporale per il ritorno alla normalità, la spiazzante velocità con cui sono cambiate le nostre vite compromette la nostra capacità di accettare che l’uscita da questa crisi non sarà rapida quanto è stato il suo ingresso,  la polizia per le strade a controllare chi esce di casa, le scuole chiuse, le rivolte e i morti , i treni che non partono, l’impossibilità di vedere i propri cari , le festività come il Natale con pochi familiari– oggi è la nostra vita quotidiana, ma anche da quello di contagiare i propri cari, i genitori anziani, i figli, gli amici. E poi c’è la paura di non ritrovare fuori il mondo che conoscevamo prima. Molte persone, magari con forti personalità e nessun problema precedente di ansia, si troveranno ad affrontare situazioni inedite, problemi economici, repentini cambi di stile di vita. “Anche per loro esiste un pericolo e queste sono tutte ragioni che, a seconda dei casi, possono spingere a rimboccarsi le maniche e partire da zero.

Piero D.M.