I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Lesioni Da Decubito, Al Mri Tasso Di Guarigione Vicino Al 100%

  • Trattati chirurgicamente circa 400 casi | La task force multidisciplinare coinvolge infermieri specializzati in vulnologia, medici vulnologi, chirurghi plastici, infettivologi, chirurghi generali, ortopedici e urologi
  • Montecatone, 6 novembre 2019 – Le lesioni da decubito costituiscono, nei Pazienti sottoposti a lunghi periodi di degenza, un problema aggiuntivo al trauma di un prolungato ricovero o di percorsi terapeutici talvolta impegnativi. Una fattispecie che assume le sembianze di emergenza sociale quando essa riguarda la sfera dei mielolesi e cerebrolesi che, a causa della scarsa mobilità, sono maggiormente a rischio di lesioni da pressione (il 21 novembre prossimo si celebra in tutto il mondo, con iniziative che coinvolgeranno anche il MRI, il World Pressure Ulcers Day).
  • L’ulcera da decubito. Nell’ambito della riabilitazione del Paziente ricoverato, l’ulcera da decubito costituisce un importante freno al processo riabilitativo e, a domicilio, una limitazione alle attività quotidiane e al grado di autosufficienza. Costituisce inoltre un grande onere sociale in termini di dispendio per le medicazioni e per l’assistenza domiciliare. Le ulcere trascurate non coinvolgono solo la cute, ma anche i tessuti sottostanti, fino a raggiungere il piano osseo ed alcune volte gli apparati gastrointestinale ed urinario, e possono determinare importanti infezioni potenzialmente pericolose per la vita del paziente.
  • La task force. Dal 2012 al Montecatone Rehabilitation Institute, istituto dell’Imolese di assoluto riferimento a livello nazionale, si è costituita una task force multidisciplinare con il compito di gestire le lesioni da pressione in mielolesi. Sono stati trattati chirurgicamente circa 400 pazienti (il 66% proviene da fuori Emilia-Romagna) per un totale di circa 500 lesioni da decubito. La completa guarigione è avvenuta nel 96% dei casi con un tasso di recidiva del 7,4%, (range riportato in letteratura tra il 15 e l’82%). Queste performance sono attribuibili alla gestione preoperatoria e postoperatoria dei Pazienti che vengono seguiti da ricoverati fino a quando non possono stare seduti sulla zona operata per almeno 4 ore al giorno senza complicanze – e all’istituzione di un ambulatorio di follow-up che permette di seguire i pazienti fino a un anno dalla dimissione, gestendo quindi tempestivamente eventuali complicanze.
  • «Il team multidisciplinare, che coinvolge infermieri specializzati in vulnologia, medici vulnologi, chirurghi plastici, infettivologi, a volte chirurghi generali, ortopedici e urologi – spiega Luca Negosanti – chirurgo plastico e ricostruttivo – è coinvolto nella gestione dell’ambulatorio wound care dedicato a visite di primo e secondo livello, al reparto di degenza dedicato alla gestione dei pazienti operati e alla gestione di pazienti per cui è indicato un trattamento conservativo e al day hospital vulnologico per la prosecuzione del follow-up dei pazienti e per la pianificazione di indagini diagnostiche».
  • Oltre alle degenze chirurgiche sono stati trattati pazienti per ricoveri dedicati alla valutazione delle lesioni e alla loro gestione conservativa, quindi portandole a guarigione oppure preparandole al meglio per un successivo ricovero per intervento chirurgico. La collaborazione con gli ortopedici, i chirurghi generali e gli urologi dell’Ospedale di Imola rende possibile il trattamento di casi complicati da osteomieliti o dall’interessamento degli apparati gastroenterico ed urinario.
  • E il 21 novembre prossimo l’Istituto di Montecatone aderirà attivamente all’iniziativa “Stop Pressure Ulcer Day”, promossa a livello internazionale dalla EPUAP (European Pressure Ulcer Advisory Panel) e giunta alla 18ma edizione.

 

Per informazioni:

Vito Colamarino Ufficio Stampa / Comunicazione Esterna

Montecatone R.I. S.p.A.  Tel. 0542.632827

[email protected]

www.montecatone.com