I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

L' equilibrio ormonale e gli ormoni bioidentici

L'equilibrio ormonale. L' equilibrio ormonale è fondamentale per il funzionamento di tutte le funzioni corporee. Basti pensare che un calo di ormoni tiroidei trasforma una persona attiva in stanca, confusa, gonfia, in sovrappeso, senza desiderio sessuale, depressa come anche i cali di estrogeni e progesterone dovuti ai numerosi interferenti endocrini che ingeriamo con il cibo. I squilibri ormonali sono tantissimi e spesso si risponde male ad una terapia ormonale sostitutiva chimica in quanto viene immesso nel corpo un farmaco, un ormone simile ma non uguale a quello che produce il nostro corpo il quale fa fatica a recepirlo. Da qui nascono gli ormoni bioidentici, naturali identici a quelli che produce il nostro corpo  da utilizzare specificatamente per la disfunzione endocrina in atto altrimenti si rischia che esso stesso diventi interferente endocrino. Esiste anche un altro approccio quello di utilizzare estratti delle ghiandole di suino, ma in Italia una legge assurda lo proibisce. Ma a cosa sono dovute spesso le disfunzioni endocrine? Spesso le disfunzioni endocrine nascono dagli interferenti endocrini.

Cosa sono gli interferenti endocrini. Gli interferenti endocrini sono sostanze che possono interferire con la sintesi, la secrezione, il trasporto, l'associazione, l'azione, o l'eliminazione degli ormoni naturali del corpo, responsabili dello sviluppo, del comportamento, della fertilità, e del mantenimento dell'omeostasi cellulare. Sono a volte indicati anche come agenti ad azione ormonale, o composti alteranti il sistema endocrino; in letteratura scientifica prevalgono i termini inglesi endocrine disruptor, hormonally active agents, endocrine disrupting chemicals, endocrine disrupting compounds (EDCs). Fra queste sostanze si ricordano: idrocarburi policiclici aromatici, benzene, diossina, ftalato, perfluorato, bisfenolo A (e octilfenolo e nonifenolo). Se non abbiamo disfunzioni ormonali assurdamente se assumiamo ciclicamente fitoestrogeni o altre sostanze ormonali simili agli ormoni che produciamo anche questi diventano interferenti endocrini, per questo motivo bisogna stare molto attenti perchè la stessa sostanza naturale puo' divenire curativa con la disfunzione in corso oppure un'arma a doppio taglio.

Ormoni bioidentici. Negli ultimi anni si sente infatti sempre più parlare di ormoni bioidentici cioè sostanze naturali uguali a quelle che il nostro corpo produce che non danno effetti collaterali alcuni rispetto il farmaco classico. E cosi invece di assumere estradiolo o estriolo è possibile assumere fitoestrogeni o altre sostanze similari, al posto degli ormoni tiroidei iodio e selenio o altre sostanze simili agli ormoni tiroidei e cosi via.

Estratti ghiandole suino. Un'altra terapia alternativa ci sarebbe ma in Italia ancora non è possibile farla, quella di utilizzare gli estratti delle ghiandole del suino animale il cui funzionamento è il più similare a quello umano. Una legge che andrebbe rivista, dato il numeroso apporto che potrebbe essere dato a chi ha disfunzioni gravi. Non a caso quando andavano in onda le puntate del dott. House addirittura in un caso utilizzò un suino per fare trasfusioni di sangue su un paziente che non aveva alternative.

Tiziana Scotti