Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Ha la funzione di un filtro

L’intestino è uno degli organi principali del corpo umano. Non solo per le funzioni che esso svolge legate all'assimilazione del cibo ma anche in quanto sede di numerose reazioni immunitarie, la mucosa intestinale è la più ampia superficie dell’organismo a contatto con microbi e antigeni e la flora intestinale ha un’interazione diretta e intensa con la mucosa e con i suoi sistemi di difesa. La salute intestinale è cruciale per il benessere dell'intero organismo, proprio da li partono infatti le nostre difese immunitarie. Tutto ciò che mangiamo ha profonde ripercussioni sulla qualità della flora batterica e, in ultima analisi, sul nostro benessere. Il nostro apparato digerente, è colonizzato da moltissimi microrganismi, la flora intestinale. Uno studio ha dimostrato che mangiare molti formaggi e carne e pochi carboidrati ha un'influenza piuttosto rapida sull'equilibrio della flora intestinale: bastano un paio di giorni, spiegano i ricercatori, per rilevare infiammazioni, coliti e malattie intestinali. Insomma, se vogliamo nutrire adeguatamente la flora intestinale dobbiamo cambiare molte carte in tavola! È un ecosistema costituito da diverse specie di microrganismi che comincia a svilupparsi fin dai primi giorni di vita del neonato. Il nostro corpo è un sistema meraviglioso, ogni parte ha un suo scopo e la salute dell'intestino in particolare ha un ruolo fondamentale nella prevenzione di alcune malattie. Sono i ricercatori ad informare, che un intestino debole può contribuire a causare molti problemi e alcune patologie autoimmuni comuni come l’artrite, la psoriasi e la tiroidite.  L’intestino, che noi automaticamente in maniera un po' semplicistica vediamo come un tubo, in realtà non è un tubo ma è un filtro, l'intestino è un filtro selettivo che diventa un fondamentale regolatore del traffico molecolare. Il cibo che mangiamo tutte queste sostanze vengono digerite e devono essere assorbite. Allo stesso tempo, però, ci sono tante sostanze che non vogliamo che entrino nell'organismo e queste sostanze in alcuni casi riescono invece a passare. Il riequilibrio della microflora è consigliabile non solo per le persone che già sono ammalate, poiché è anche un’efficace misura preventiva per rafforzare il sistema immunitario.  Un eccesso di zuccheri o proteine, ma anche troppi carboidrati «vuoti», come ad esempio pane bianco, pasta non integrale o dolciumi, hanno un effetto negativo sulla flora intestinale. Per qualsiasi disturbo intestinale è sempre buon uso contattare uno specialista che dia le indicazioni idonee in valutazione soggettiva di ogni individuo.

Piero D.M.