Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Allergie 4 Italiani su 10 ne soffrono

La salute respiratoria, con particolare attenzione sui bambini, è influenzata anche dalla quantità di acqua che assume l’individuo ogni giorno. Bere una giusta quantità di fluidi per rimanere idratati durante le allergie stagionali. È stato dimostrato da una ricerca, infatti, che quando l’individuo è disidratato, il suo corpo produce un più alto livello di istamina, il che porta all'insorgenza di allergie. In Italia 4 italiani su 10 soffrono di allergie stagionali, disturbi più o meno gravi che si manifestano soprattutto da aprile a novembre, con un focus particolare durante la primavera. Le persone soggette a tale disturbo presentano sintomi come tosse, rinite, asma e congiuntivite. Anche l’allergia ai pollini si presenta specialmente in primavera, quando le piante cedono nell'ambiente grandi quantità di questi minuscoli elementi. Altre forme, invece, sono tipiche del periodo estivo e possono colpire anche in autunno, come l’allergia stagionale alle graminacee, alle creme solari, all'esposizione al sole, alle muffe e agli acari presenti nella polvere. Importante in questo periodo  se sviluppano sintomi compatibili con Covid-19, dovranno auto isolarsi, informare il proprio medico e monitorare la propria salute come tutti gli altri. Se sopraggiunge difficoltà respiratoria progressiva, si deve cercare immediatamente assistenza. Innanzitutto è indispensabile curare la dieta, cercando di mantenere un menu equilibrato e salutare, evitando soprattutto gli alimenti che contengono istamina come il vino rosso, alcuni formaggi, gli spinaci, i pomodori e in generale i cibi fermentati. Al contrario, è essenziale consumare frutta e verdura fresca di stagione e alimenti come il cioccolato fondente, i funghi, le arachidi e gli agrumi. Utile mantenere una perfetta igiene personale, non strofinarsi gli occhi, ridurre il consumo di alcolici e non fumare, evitando qualsiasi comportamento possa peggiorare gli effetti delle allergie stagionali. Ricordarsi di non trascurare il filtro dell’abitacolo,  l’aria proveniente dall'esterno, che può essere ricca di inquinanti e altre sostanze nocive. La corretta manutenzione dell’aria condizionata in auto è di fondamentale importanza per la salute di chi occupa l’abitacolo. Per eseguirla sono necessari pratici e semplici accorgimenti. Così come per gli impianti di casa, anche il filtro aria condizionata auto deve essere pulito almeno una volta l’anno specie considerando che la propria vettura è a contatto con tutte le impurità presenti su strada. Sottoporre l’impianto aria condizionata d igienizzazione è fondamentale, perché è proprio nelle bocchette del climatizzatore che spesso si annidano batteri ed impurità potenzialmente nocivi. 

Piero D.M.