I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Da vicino nessuno è normale

02/07/2018 - AUTORE: Redazione DA

Il festival che si svolge negli spazi dell'ex ospedale psichiatrico Paolo Pini di Milano taglia il traguardo della ventiduesima edizione. In scena fino al 21 luglio

In occasione del quarantesimo anniversario della Legge 180 voluta dallo psichiatra Franco Basaglia, il festival “Da vicino nessuno è normale” taglia il traguardo della ventiduesima edizione senza perdere lo spirito con cui è nato. Dal 1997 il festival "Da vicino nessuno è normale" anima le serate estive milanesi. L'ex ospedale psichiatrico, da emblema di esclusione è diventato una piazza pubblica di socialità e cultura, un segno forte che anche in periferia è possibile una vita pubblica ricca di eventi di qualità.

Cuore della rassegna sarà –come da tradizione- il Teatro la Cucina dell’ex ospedale psichiatrico Paolo Pini, diventato nel corso degli anni un luogo sempre più frequentato da artisti e musicisti. Nel corso della rassegna, in programma fino al 21 luglio, andranno in scena degli spettacoli che sono l’esito delle residenze artistiche del Teatro La Ribalta/Orchestra Allegro Moderato (con “Otello Circus) e di Milena Costanzo (“Oh no Simone Weil!”). Tutti gli spettacoli sono prime visioni a Milano. Il festival, però, non è animato solo da spettacoli, ma anche da incontri, presentazioni di libri, dibattiti e reading letterari.

Qui è possibile scaricare il programma completo del festival.

FONTE: http://personecondisabilita.it/page.asp?menu1=4&menu2=3¬izia=6999&page=1