Normodotato e Disable

Ciao,
Oggi mi sono divertita a cercare on line, cosa significhi normodotato e sapete che cose ne è venuto fuori?
Prima realtà seriosa e scientifica, o quasi: Normodotato chi è dotato di una intelligenza di livello normale. Medio ( Hoepli)
Seconda realtà non scientifica ma sicuramente reale: chi ha un pene di dimensioni che vadano da 12 a 15 centimetri.
Allora mi sono chiesta ma se la differenza fra un normodotato ed un disabile stà nella sua intelligenza e sessualità, allora dovremmo sottoporre ogni disabile ad un’attenta disamina di test d’intelligenza e poi dopo un’opportuna visita come nelle caserme italiane, del loro attributo sessuale?
Se i test per la valutazione dell’intelligenza superassero i valori minimi richiesti, potremmo definire un bel ragazzo paraplegico o tetraplegico normodotato?
E se Rocco Siffredi finisse in carrozzina ed i suoi test attitudinali d’intelligenza andassero bene con l’organo riproduttivo come lo definiremmo “supernormodotato”?
Mio Dio che rompicapo senza senso, ahahah, come avrete capito stamattina mi va di scherzare su di una cosa che di sicuro è seria, ma che a volte anche se affrontatata, iniziando un po’ con lo sdrammatizzarla tanto sbagliato non è, no?
 
Ecco in questo momento chi scrive è la Paola seria, quella disabile, l’altra è dentro di me che ride come una scema pensando a Rocco eheheh.
Vorrei affrontare con voi alcuni aspetti secondo me, salienti che la disabilità evidenzia, rispetto a situazioni precedenti.
La disabilità per come l’ho vissuta io da normodotata che, dopo reiterarti incidenti di macchina e di moto   mi ha fatto sentire indifesa, sola.
Non ero più invincibile, non potevo più fare le “penne” con la moto giocando con i miei amici dimostrando di valere come loro se non di più, ma allora ero giovane cosa ne sapevo io di che cosa significasse soffrire?
Una totale rettilineizzazione della tratto cervicale da c5 a c7 con evidenti segni di compressione del liquor, non lasciavano pensare a nulla di buono, in più la grave instabilità vertebrale di cui soffrivo coloriva di per se un quadro non particolarmente fiorito.
Ed è allora che ho smesso di fare la “scema ”, di scherzare e di ridere su ogni cosa senza mai dare significato a niente o per lo meno senza, far finta di darne.
Mi sono rinchiusa in me stessa ed ho taciuto, ascoltando e riflettendo tanto lungamente sulle parole dei medici, sulle parole carpite dagli infermieri che pensando di non essere uditi parlavano della mia situazione “…è stata fortunata nella sfortuna, chissà se camminerà ancora mah….”
Ed ecco che da quel mostro di simpatia vulcanica, da quella voglia di vita e di proverbiale “voglia di strafare” che mi contraddistinguevano fino ad allora, ho iniziato a razionalizzare ed a riflettere sui veri valori della vita, e non parlo solamente della vita disabile, ma sulla vita quella di tutti i giorni quella di tutti noi esseri umani a due zampe.
Ho capito il valore dei genitori (che non avevo più), ho sentito tanto la mancanza della mano di una mamma nella mia che mi dicesse :
“Paolina amore della tua mamma, ci sono qui io vedrai che tutto si sistemerà, non avere paura il tuo viso tornerà come prima e non com’è adesso contratto in una smorfia che ti sfigura completamente, tornerai a giocare al tuo amatissimo sport ed a farmi diventare matta per starti dietro come hai fatto fino ad ora ”
Ho considerato l’importanza degli strumenti d’aiuto che la tecnologia mette a disposizione (ausili, carrozzelle, letti antipiaga da decubito, sollevatori, girelli) cose che prima non avevo mai nemmeno considerato ed ho….
Ve lo dico un’altra volta …adesso piango.
 
Paola
 
Prodotti più venduti
- € 12,08
€ 120,78 - € 12,08

€ 120,78 € 108,70

- € 4,64
€ 46,36 - € 4,64

€ 46,36 € 41,72

- € 5,12
€ 51,24 - € 5,12

€ 51,24 € 46,12

- € 6,22
€ 62,22 - € 6,22

€ 62,22 € 56,00

- € 1.152,32
€ 1.672,32 - € 1.152,32

€ 1.672,32 € 520,00

- € 11,96
€ 119,60 - € 11,96

€ 119,60 € 107,64

Paola Bevilacqua

AUTORE:
Paola Bevilacqua

Iscriviti alla nostra newsletter