I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Un aiuto per la compilazione della dichiarazione dei redditi e del modello 730

Tutti prima o poi dobbiamo affrontare la dichiarazione dei redditi, con questo articolo voglio provare ad aiutare quanti di voi sono e saranno alle prese con il modello 730. Naturalmente non voglio sostituirmi al commercialista, ma poichè le spese sono tante, troppe spesso, questo articolo è una guida nella compilazione del modello. Ricordo che il modello 730 permette ai malati rari e ai loro familiari di segnalare e dichiarare presso l’Agenzia delle Entrate tutte le spese  direttamente legate all’invalidità e, di conseguenza, un riconoscimento delle agevolazioni. Mediante le istruzioni per i modello 730/2019 pubblicate dalla stessa Agenzia delle Entrate procedendo in ordine, verranno esaminati i campi per i quali bisogna prestare particolare attenzione.

Per primo si deve barrare la casella D nella Colonna 3 del blocco di Righe 2-5 in caso di figlio con disabilità riconosciuto ai sensi dell’art. 3 della Legge 104, indipendentemente se si richiede un'agevolazione totale, per il 50% con l’altro genitore o interamente dall’altro genitore.

Nel Quadro E, “Oneri e spese”, dovranno essere indicate tutte le spese sostenute nell’ anno 2018 che daranno cosi diritto alla detrazione d’imposta o a una deduzione dal reddito. La Sezione I (da E1 a E14) invece è dedicata alle spese per le quali spetta la detrazione d’imposta del 19%. Importante, rientrano le spese sanitarie per familiari non a carico affetti da patologie esenti, le spese sanitarie per persone con disabilità, le spese veicoli per persone con disabilità, le spese per l’acquisto di cani guida, le spese per addetti all’assistenza personale e premi per assicurazioni per tutela delle persone con disabilità grave.

Riga E1 Spese sanitarie - Colonna 1 (Spese per patologie esenti) Spese sanitarie relative a patologie rare esenti dalla spesa sanitaria pubblica che sono state sostenute direttamente dal malato.

Riga E2 Spese sanitarie per familiari non a carico affetti da patologie esenti, il cui totale non potrà superare 6.197,48 euro.

Riga E3 Spese sanitarie per persone con disabilità. Devono essere indicate tutte le spese sostenute per l’acquisto di mezzi necessari all’ accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione, al sollevamento e per i sussidi tecnici e informatici che facilitano l’autosufficienza e l’integrazione. La detrazione del 19% sarà per l’intero importo della spesa sostenuta. Possono usufruire tutti quelli che avendo una problematica fisica, psichica o sensoriale che causa difficoltà di apprendimento, relazione o integrazione lavorativa e che hanno ottenuto il riconoscimento dalla Commissione medica o da altre commissioni mediche pubbliche certificate.

Riga E4 Spese veicoli per persone con disabilità. Devono essere indicate le spese per l’acquisto o l’adattamento mezzi che vengono usufruite dalle persone con disabilità, ma anche mezzi, anche non adattati, per il trasporto dei non vedenti, sordi, persone con handicap psichico o mentale grave con un riconoscimento dell’indennità di accompagnamento, invalidi con grave limitazione della capacità di spostamenti e persone affette da pluriamputazioni. La detrazione, per un massimo di 18.075,99 euro, ovviamente riguarda al solo mezzo sia utilizzato esclusivamente o almeno prevalentemente a beneficio della persona con disabilità. Si potrà usufruire della detrazione solo una volta in quattro anni, a meno che il mezzo non sia stato rottamato o se è stato rubato e non più ritrovato. In questo caso dal massimo di 18.075,99 euro va tolto l’eventuale rimborso dell’assicurazione.

Riga E5 Spese per l’acquisto di cani guida. Devono essere qua indicate le spese sostenute da persone non vedenti per l’acquisto del cane guida. La detrazione sarà totale, ma solo per un solo cane e una sola volta in quattro anni. Ovviamente se non si perde il cane, o in caso di decesso.

Riga da E8 a E10 Altre spese. Devono essere indicate quelle spese per cui spetta la detrazione d’imposta del 19%. Naturalmente si deve inserire il codice identificativo (nella prima colonna ) specifico del tipo di spesa. Con il codice 15 sono identificate le spese sostenute per l’assistenza personale per tutti quelli che non hanno autosufficienza. In particolare chi non è in grado di assumere alimenti, di espletare le funzioni fisiologiche, di provvedere all’igiene personale, di camminare e di vestirsi da solo. Ovviamente, mancanza di autosufficienza certificata. In questo caso la detrazione spetta anche per le spese sostenute per i familiari non a carico fino a un importo massimo di 2.100 euro. Con il codice 30 le spese sostenute da persone affette da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva che abbia compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato, con esclusione se  la patologia non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio. Con il codice 38 il pagamento di premi relativi alle assicurazioni finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave come definita dall’Art. 3, comma 3, della Legge 104. L’importo non deve complessivamente superare € 750,00, per le assicurazioni con oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente (codice 36) e deve comprendere anche i premi di assicurazione indicati nella sezione “Oneri detraibili” (punti da 341 a 352) della Certificazione Unica con il codice onere 38. Con il codice 39 il pagamento di premi relativi alle assicurazioni per rischio di non autosufficienza nella vita quotidiana. Il totale non deve complessivamente superare € 1.291,14, stessa situazione al netto dei premi per le assicurazioni con il rischio di morte o di invalidità permanente (codice 36) e di premi per le assicurazioni finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave (codice 38) e inoltre deve comprendere anche i premi di assicurazione indicati nella sezione “Oneri detraibili” (punti da 341 a 352) della Certificazione Unica con il codice onere 39. Con il codice 44 le spese sostenute per minori o maggiorenni con disturbo dell’apprendimento. La detrazione in generale si ha fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado ed è usata per l’acquisto di strumenti necessari all’apprendimento. 

Riga E25 Spese mediche e di assistenza per le persone con disabilità Dovranno essere indicate  le spese mediche generiche e di quelle di assistenza specifica necessarie per chi ha gravi e permanente invalidità o menomazione. Spese quindi per assistenza infermieristica e riabilitativa, personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona, personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo, personale con la qualifica di educatore professionale e personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale, a condizione che sulla spesa risultino le generalità e la prestazione. Non è al momento detraibile la retta di un eventuale ricovero in un istituto di assistenza, ma potranno essere detratte solo le spese mediche e paramediche di assistenza specifica che devono essere distinte nella documentazione rilasciata dall’istituto. Le spese sanitarie per l’acquisto di medicinali invece possono essere deducibili solo se presente la fattura o lo scontrino fiscale, in cui devono essere specificati la quantità dei prodotti acquistati, il codice sulla confezione e il codice fiscale del destinatario. Le spese sono deducibili anche se sostenute per il coniuge, i generi, le nuore, i figli (compresi quelli adottati), i suoceri, le suocere, i discendenti dei figli, i fratelli, le sorelle (anche unilaterali), i genitori, i nonni e le nonne.

Per finire, cliccando qui, troverete per intero il pdf, scaricabile, del manuale su come redigere la dichiarazione dei redditi e il modello 730.

Tiziana Scotti