Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Proposta per i passeggeri che usano il treno

Questa potrebbe essere una buona notizia per tutti, nella speranza che venga poi realmente applicata, anche se c’è già una data.

Tra i negoziatori del Consiglio e del Parlamento europeo ci sarebbe stata una proposta di riforma per i diritti dei passeggeri che usano il treno, al fine di applicare e utilizzare alcune nuove tutele quando si verifica un ritardo di un treno, migliori condizioni di viaggio per tutte quelle persone che hanno disabilità e per chi ha diritto a portare sui treni le proprie biciclette. Tali regole e tutele faranno sì, inoltre, che venga creato e quindi utilizzato, in modo obbligatorio, un unico biglietto per tutti quei viaggi che prevedono coincidenze non solo tra i treni regionali, ma anche quelli a lunga percorrenza, allo scopo di garantire il risarcimento dei passeggeri se si verificano ritardi oltre i 100 minuti o mancate coincidenze, dovute a cancellazioni.

Ovviamente, a loro tutela, le compagnie ferroviarie non saranno obbligate, in circostanze eccezionali, a pagare un risarcimento. Inoltre, per tutti quei passeggeri che hanno disabilità e che vogliono viaggiare prendendo in treno, è stata anche ridotta il tempo di notificare i loro viaggi: infatti, si potrà informare l'operatore anche con 24 ore di anticipo e non più, come attualmente in vigore, 48 ore. 

Per quanto riguarda infine, gli spazi dedicati alle biciclette, le società ferroviarie hanno garantito una disponibilità maggiore, attraverso un numero adeguato di spazi dedicati.

Ora, non ci resta che aspettare l’approvazione del Consiglio di questo importante accordo, ma la domanda è: perchè non dovrebbe essere approvata?.

Tiziana Scotti