I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Importanti agevolazioni per l'acquisto di automobili

Buone notizie per una sempre maggiore e migliore integrazione nei confronti di chi ha determinate problematiche. Infatti, è possibile l’acquisto di automobili adatte per disabili, con Iva agevolata, detrazioni Irpef del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto ed esenzioni permanenti come il pagamento del bollo auto e il pagamento del passaggio di proprietà. Tutto ciò, se ci pensate bene, non è da poco in quanto sono molte le spese che si devono affrontare, considerando in particolare le cure, le medicine, i supporti e i vari macchinari e, in ogni caso, una qualsiasi automobile, generalmente, non costa poco, se vogliamo poi andare a pensare a spese come bollo, assicurazione e normale manutenzione. Purtroppo, non tutti possono e, ovviamente, non tutte le automobili possono essere acquistate con tali agevolazioni. Infatti possono usufruire di queste agevolazioni le automobili con al massimo nove posti, per il trasporto promiscuo, motocarrozzette; motoveicoli per trasporto promiscuo; motoveicoli per trasporti specifici. Importante da chiarire che tutto ciò si applica esclusivamente per l’acquisto sia di automobili nuove che usate con una cilindrata fino a 2.000 centimetri cubici, se con motore a benzina e 2.800 centimetri cubici, se diesel. Pertanto sembrano al momento escluse le automobili gpl, ibride, a metano ed elettriche, ma con il crescente andamento di queste nuove automobili, presto verranno incluse anche queste categorie. In ogni caso, l’Iva è ridotta anche per l’acquisto di optional o per l’adattamento del mezzo al fine di favorire la guida alla persona con una specifica disabilità, che rientri sempre in una certa categoria. La riduzione dell’Iva si applica per una sola volta in quattro anni, ma è possibile riottenere la riduazione entro il primo quadriennio se l’automobile dovesse essere demolito o rubato. Ma a questo punto la domanda principale è: chi effettivamente può? Per ora, per ora in quanto si sta vagliando la possibilità di allargare la lista, la legge prevede solo determinate categorie di persone che possono usufruire di tali importanti benefici. E queste sono: i non vedenti e i sordi, i disabili con handicap psichico o mentale con accompagnamento, le persone disabili con grave capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni, disabili con ridotte o impedite capacità motorie. Il tutto, naturalmente, deve’essere certificato.Inoltre, e questo è importante, se la persona disabile è a carico di un familiare ed ha un reddito annuo che non supera i 2.840,51 euro (escludendo la pensione sociale e l’indennità di accompagnamento), il familiare che lo ha a carico può beneficiare delle agevolazioni sull’acquisto dell’automobile, a patto che l’automobile venga utilizzata a beneficio della persona disabile. Nella speranza che le categorie vengano ancor più aumentate e ci siano questi ed ulteriori benefici, er qualsiasi altra informazione vi consiglio di andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Tiziana Scotti