Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Detrazione veicoli per disabili 2020: ecco come fare

Nella dichiarazione 730 e nel modello Unico per l’anno 2020 è possibile detrarre il 19% delle spese relative ai veicoli per disabili.

Chi ha diritto a detrarre? non vedenti; persone affette da sordità; portatori di handicap psichico o mentale con indennità di accompagnamento; persone con grave limitazione permanente della capacità motoria; disabili con ridotte o impedite capacità motorie; Il familiare del disabile, qualora quest’ultimo risulti esserne fiscalmente a carico.

Quali veicoli per disabili danno diritto alla detrazione? Autoveicoli e motoveicoli che presentino gli adattamenti necessari in riferimento alla disabilità; Autoveicoli per il trasporto di persone con disabilità mentali o fisiche gravi e tali da rendere necessaria l’indennità di accompagnamento.


Detrazione veicoli per disabili 2020: ecco come fare. E’ possibile ottenere la detrazione una sola volta in quattro anni con un limite di spesa fissato a 18.075,99 Euro. Tale detrazione è usufruibile per un solo veicolo che deve essere utilizzato a beneficio della persona con disabilità Inoltre vi è la possibilità di suddividere la detrazione in 4 rate dello stesso importo.

In caso di riparazione del veicolo? La detrazione fiscale è prevista anche per le spese di manutenzione straordinaria, senza però la possibilità della suddivisione in quattro rate. Infatti sono esclusi dal godimento della detrazione Irpef i costi di ordinaria manutenzione e i costi di esercizio (premio assicurativo, carburante, lubrificante).


E’ importante precisare che la detrazione per le spese di riparazione riguarda spese sostenute entro quattro anni dall’acquisto del mezzo . In questo caso però non sarà prevista la rateizzazione e le spese dovranno essere inserite nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui queste sono state sostenute.


Anche nel caso di spese di riparazione è previsto il limite di spesa di 18.075,99 Euro, in cui devono essere compresi sia il costo dell’acquisto sia le spese di manutenzione straordinaria dello stesso.
E’ possibile trovare ulteriori chiarimenti circa la documentazione necessaria sul sito Agenzia delle Entrate.

Tiziana Scotti