I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62
Post

Un’anagrafe dei disabili della Sardegna

Una mozione, un atto che dovrà essere vagliato, studiato attentamente e poi, in caso di accettazione, creato e gestito in maniera funzionante e funzionale: in poche parole fatto come si deve.

Leggi tutto
Post

Invalidità: cosa fare e come richiedere

E’ da tenere presente che lo stato di invalidità non è direttamente legato all’indennità di accompagnamento, cioè l’assegno mensile che si aggira sui 512,34 euro, che viene erogato dall’Inps e che viene riconosciuta solo a chi si trova in condizioni particolarmente gravi, anche se temporanee, questo è importante e fondamentale capire, in quanto spesso si rischia di non solo perdere tempo nelle modalità nel formulare la domanda, ma anche e soprattutto di non poter ottenere l'accettazione e quindi dover successivamente rifare tutto daccapo.

Leggi tutto
Post

Agevolazioni fiscali con la 104 ( seconda parte)

Proseguiamo questo viaggio alla scoperta delle agevolazioni che la legge 104 permette al disabile o al familiare. Oltre a tutto quello che è stato spiegato nel precedente articolo con la 104 è possibile ottenere un congedo straordinario, lavorare vicino casa, rifiutare un trasferimento,Detrazione Irpef pari al 19% del costo sostenuto calcolata su una spesa massima di 18.075,99 euro; Iva al 4% sul prezzo d’acquisto; Esenzione perpetua del bollo; detrazioni bonus elettrici, polizze assicurative, mezzi tecnici informatici, acquisto ausili. Per un maggior approfondimento è possibile scaricare la linee guida dell'agenzia dell'entrata

Leggi tutto
Post

Tutte le agevolazioni della legge 104 ( prima parte)

Carissimi lettori, molti non sanno che le agevolazioni che si possono ottenere con la legge 104   (art. 33 L. 104/92 e art. 33 Dlgs. 151/2001 ) sono moltissime e vanno dai permessi lavorativi per il disabile e i familiari affini entro il 2° grado del disabile, ai congedi straordinari, alla scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio, al rifiuto di un lavoro notturno, alla detrazione sull'acquisto auto, carrozzine, ausili, mezzi informatici, all'esenzione del bollo, alla detrazione spese mediche e assistenza e infine alle detrazioni per abbattimento barriere architettoniche e ristrutturazione.

Leggi tutto
Post

Che senso ha festeggiare la giornata dell'immigrazione se nulla è cambiato? E' una fotocopia dell'olocausto.

E' stata da poco la giornata per l' immigrazione. Ma quale senso ha questa giornata se poi la situazione non è cambiata? Come non cambiano le menti e i discorsi. Pensateci bene sembra una fotocopia dell'olocausto. Quante volte abbiamo parlato in questo sito dell' indifferenza dell' Europa nei confronti di persone che migrano da paesi di guerra di fame e di violenza con barconi inadeguati in Italia, con viaggi della speranza assurdi in cui migliaia di persone sono morte nell'anonimato in mare? Uccidere o essere indifferenti è la stessa cosa. Non c è bisogno di uccidere direttamente le persone come è avvenuto nel olocausto fascista. Il male si può esprimere in diverse facce e portare allo stesso risultato per mezzo di diverse forme di razzismo, indifferenza, manipolazione della cultura e delle menti.

Leggi tutto
Post

Inps e i suoi benefici: cosa sono e quali sono

L’Inps, proprio a favore delle persone disabili con capacità lavorativa ridotta o non autosufficienti riconosce diversi contributi, aiuti e prestazioni economiche. È sempre bene, credo in ogni caso, darne notizia, in quanto, come dicevo prima, le leggi e in generale le norme e questo tipo di aiuti cambiano e a volte in meglio e possono essere d’aiuto a quanti hanno veramente bisogno, oltre al fatto che ci sono sempre persone che non hanno una conoscenza esaustiva di tutto ciò.

Leggi tutto
Post

Il surreale dell'assistenza in Italia: il familiare abbandonato assiste il disabile h24 ma tranquilli dopo gli si riconosce che si è ammalato!!!

Come fa un disabile grave con la misera tutela che riceve dallo stato (se la riceve poi) ad avere un sostegno h 24 se i costi per l’ assistenza privata non corrispondono  e sono maggiori alle entrate ricevute per sopravvivere? Perché lo stato non struttura una modalità per supportare il disabile nelle ore della giornata? Per carità non si chiede tutta la giornata,   ma offrire un modo di avere assistenza fisica e psicologica che non faccia sentire il disabile solo e abbandonato a se stesso o peggio ancora un soprammobile o inutile? Perchè non strutturare un' assitenza sanitaria  in parte pubblica?Purtroppo oggi lo Stato Italiano è indifferente ai disabili in cui la famiglia non può assumere un badante ed è costretta ad essere un caregiver 24h su 24h per non parlare di chi su una famiglia non puo’ contare per mille motivi anche perché spesso deve annullare la propria esistenza. Ma state sereni si preferisce lasciare ammalare il familiare anzichè tutelarlo prima, però tranquilli poi gli riconosce la sua patologia da stress!!!

Leggi tutto
Post

Fondo nazionale per le persone non autosufficienti

Forse, allora, non tutti sanno che esiste un Fondo nazionale, un Fondo nazionale, istituito nel 2006 con Legge 27 dicembre 2006, n. 296 (art. 1, co. 1264) e messo a disposizione per tutti quelli che non sono autosufficienti con l'intento di fornire sostegno a persone con gravissima disabilità e ad anziani non autosufficienti con lo scopo di avere una vita dignitosa ed una permanenza presso il proprio domicilio.

Leggi tutto
Post

Scuola e disabilità: come siamo messi? a chi rivolgersi? la legge esiste? E’ solo teoria? Segnalalo via email!

Ogni mattina i genitori affidano i propri figli alla scuola pensando che  essa sia un luogo dove il bambino sia tutelato, rispettato e venga educato non solo a conoscere nuove cose ma  anche eticamente e moralmente. Quindi si pensa automaticamente che un bambino che abbia qualsiasi tipo di problema venga supportato ed equiparato agli altri bambini e studenti. Ma quante volte nella nostra vita abbiamo dovuto fare i conti con maestre o insegnanti esauriti, con idee e modi di pensare assurdi e  che ragionano ancora con la logica " non possiamo dare questo supporto altrimenti lo vorrebbero anche tutti i bambini"; non capendo neanche che quel bambino ne ha bisogno per supplire alla sua disabilità ed essere messo nelle condizioni di poter avere i mezzi per poter studiare, apprendere, scrivere nel migliore dei modi per poter ottenere dei risultati che lo aiutino a stimolarlo ad aumentare la sua autostima a sentirsi uguale agli altri? Diciamocelo chiaro per quanto riguarda la disabilità a scuola siamo indietro

Leggi tutto