Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Hai una idea di lavoro e non sai come realizzarla? Scopri i finanziamenti a fondo perduto

Carissimi lettori,

avete una idea di lavoro? volete aprire una start up? Ecco come richiedere i finanziamenti a fondo perduto per aprirla e finanziamenti per realizzare il vostro progetto. I finanziamenti a fondo perduto possono essere richiesti dalle  start up sia al livello regionale che ministeriale. Vediamo  insieme gli incentivi per aprire una start up e quali fondi a tasso zero richiedere al livello centrale.
Se avete un' idea lavorativa la prima cosa da fare è aprire una start up e la migliore cosa è informarsi presso un commercialista. Per le Nuove Imprese c è un programma di incentivi 2020.


Avete un' idea ma non avete una start up? Una delle iniziative più interessanti gestite da Invitalia è Nuove Imprese a Tasso Zero, un programma nazionale di incentivi a fondo perduto, rivolto ai giovani con meno di 35 anni e alle donne di ogni età. In particolare si tratta di finanziamenti a nuove imprese a tasso zero, per ottenere risorse fino al 75% dell’investimento da effettuare, con una soglia massima di 1,5 milioni di euro

Volete presentare un progetto?  I finanziamenti a fondo perduto nazionali sono gestiti da Invitalia, l’Agenzia del Ministero dell’Economia per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa. In particolare vengono coordinate le risorse per finanziare le piccole medie imprese, l’innovazione tecnologica, le startup, l’autoimpiego, l’imprenditoria femminile, lo sviluppo del Sud Italia e delle aree svantaggiate. Ecco i fondi stanziati dell'’Agenzia del Ministero dell’Economia, i contatti e modalità di invio.

Quanto viene stanziato? Complessivamente sono stati stanziati 150 milioni di euro, senza graduatorie e con analisi realizzate in ordine cronologico rispetto alla presentazione della domanda. Il rimborso può andare da 24 fino a 8 anni, con il 25% della somma da finanziare privatamente o tramite risorse proprie. Sono ammesse al bando le aziende del turismo, del commercio di beni e servizi, le imprese agricole, industriali e artigianali, oltre alle PMI specializzate nella fornitura di servizi a persone e aziende.

Contatti. A questo punto è essenziale avere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), oltre all’abilitazione per la firma digitale. In seguito alla presentazione del progetto verranno realizzate delle valutazioni di merito, mentre per accompagnare l’iter procedurale è disponibile un servizio di assistenza, con incontri effettuati tramite Skype e maggiori informazioni disponibili al numero 848 886 886.

Per quanto riguarda invece i finanziamenti a fondo perduto regionali, in questo caso è necessario rivolgersi agli uffici preposti dell’amministrazione locale, oppure alle agenzie di rappresentanza dell’Unione Europea. L’assegnazione dei fondi è vincolata alla presentazione dei progetti entro i termini stabiliti, a un processo di analisi e valutazione, mentre in seguito le somme verranno erogate in base ai criteri indicati da ogni regione.

Tiziana Scotti