Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Saranno vacanze diverse, tutto partirà come previsto

Quello che si avvicina sarà un estate diversa dal solito, mai vista prima. Noi popolo di vacanzieri e soprattutto appassionati del mare spiaggia, sarà del tutto diversa . Ma come sarà..? Alberghi, ristoranti e stabilimenti balneari uniscono le forze per proporre una vacanza migliore e trasformare un momento di difficoltà in nuove opportunità di promozione  turistica. Le previsioni meteo, prevedono , partendo dal mese di giugno un attesa delle temperature sempre più calde e diffusamente sopra le medie con valori già superiori ai 32°C in Italia come in molte altri stati: stiamo parlando di anomalie termiche fino a +2°C rispetto a quanto ci si aspetterebbe durante i mesi estivi. I ristoranti hanno meno spazio nelle sale e nelle pedane, mentre gli stabilimenti balneari hanno invece grandi spazi, disponibili sempre, incluso le ore serali. L’idea è quella di accogliere al meglio gli ospiti negli alberghi, coccolarli, dandogli più confort possibile, ma anche una cucina di qualità curata dagli chef dei ristoranti e la location di stabilimenti balneari attrezzati e con tante opportunità all'aria aperta, dove pranzare, cenare e divertirsi.

Per i turisti le vacanze possono cambiare in meglio, tuttavia occorre una diversa organizzazione delle imprese che deve passare da accordi importanti e con reciproci vantaggi.
In vista della riapertura vera dell'Italia, quella del 3 giugno, il ministro della Salute Roberto Speranza ha infatti messo le mani avanti dicendo che il monitoraggio è quotidiano e ci permette di vedere esattamente come progredisce l'indice del contagio.
Dal 3 giugno in avanti si capirà davvero come stanno andando le cose. Non prima. Dal giorno seguente alla Festa della Repubblica Italiana inizieremo a intravedere l'incidenza sulla curva epidemica delle riaperture del 18 maggio, giorno in cui quasi ovunque c'è stata la riapertura di negozi al dettaglio, centri commerciali, bar, ristoranti, parrucchieri, estetisti e mercati non alimentari.
Ripartono in Campania dal 21 maggio anche gli stabilimenti balneari. Tra le nuove linee guida, fissate per limitare il rischio di contagio da covid-19 , gli obblighi di sanificazione, di mantenere la distanza interpersonale e l’obbligo di garantire uno spazio di 10 metri quadrati per ogni ombrellone o sistemi alternativi. Sarà un’estate diversa, lo sanno tutti. Ma diversa non vuol dire per forza peggiore. Non vuol dire che non nasconda in sé l’opportunità di evolversi, imparando dalle proprie debolezze e sviluppando i propri punti di forza. Con la speranza che noi tutti , rispettiamo le regole per affrontare una nuova situazione , ma allo stesso tempo vivere un momento di svago anche in questo periodo difficile, buna estate a tutti.

Piero D.M.