Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

QUANDO LA TERRA TREMA: disabilità, casa e sicurezza.

È di questi ultimi giorni la notizia della scossa di terremoto di 3,4 di magnitudo con epicentro a Modena, avvertita fino a Reggio Emilia e in Calabria con magnitudo di 4.4, che ha interessato Cosenza, un fenomeno questo, che occupa spesso le pagine di cronaca del nostro paese. 

Come si riconosce un terremoto? 

Cosa si può fare in questi casi?

Innanzitutto non farsi prendere dal panico, che è la regola fondamentale.

In caso di persone con DISABILITÀ sia fisica, che sensoriale, che intellettiva, è bene ricordare che oltre alle normali norme di evacuazione, ci sono alcuni accorgimenti da tenere presente.

Se si hanno difficoltà a scendere a terra, o non si riesce a risalire senza l'aiuto di un caregiver, seguire questi consigli:

Se ci si trova in una poltrona reclinabile o in un letto: coprire la testa e il collo con le braccia o un cuscino fino a quando il tremore non si arresta.

Se si utilizza un bastone, o stampelle: coprirsi e tenersi premuti a terra, o sedersi su una sedia, un letto, ecc...
Tenere il bastone vicino a sé in modo che possa essere utilizzato quando si interrompe la scossa sismica.

Se si utilizza un deambulatore o una sedia a rotelle: BLOCCARE le ruote (se possibile). Mettersi il più in basso possibile, oppure piegarsi e coprire la testa o il collo con le braccia, un libro o un cuscino, fino a quando l'agitazione si ferma.

  • Persone sorde o con problemi di udito:

Prima di un terremoto, identificare e testare diversi modi per ricevere avvisi e informazioni sull'evacuazione.

  • Persone cieche o ipovedenti:

I terremoti possono far cadere oggetti e spostare i mobili. Indizi audio regolari potrebbero non essere disponibili in seguito alla scossa sismica. Muoversi con cautela.

  • Persone con disabilità dello sviluppo / cognitive / intellettuali:

Se si ha difficoltà a capire, ricordare o imparare, tenere un semplice elenco di cosa fare e informazioni importanti con sé. 

  • Se si utilizzano supporti di comunicazione aumentativa, includerli nella pianificazione di evacuazione.

Fonte in lingua inglese, per le indicazioni di sicurezza, qui sopra tradotte:

https://www.earthquakecountry.org/library/ShakeOut_Earthquake_Tips_Disabilities_AFN.pdf

Per la casa, ove possibile, sono quattro i punti fondamentali da ricordare:

-SPOSTARE I MOBILI E GLI OGGETTI soprattutto lontano dalle vie di fuga.

-PROTEGGERE GLI OGGETTI FRAGILI o le apparecchiature elettroniche, soprattutto se utili al disabile (batterie, generatori, ecc).

-FISSARE I MOBILI PESANTI alle pareti, ove possibile.

-ADEGUAMENTO per i lavori più complessi di adeguamento all’interno di una casa è bene rivolgersi a professionisti. 

Per soluzioni specifiche o dettagliate, consultate il portfolio knowRISK all’indirizzo: www.knowriskproject.com

Ulteriori informazioni circa la mostra itinerante “TERREMOTI -ATTENTI AGLI ELEMENTI”, visitate il sito:

http://www.ingv.it/it/musei-e-mostre/mostre/terremoti-attenti-agli-elementi

Si ringrazia per la gentile collaborazione, e per tutte le preziose informazioni:

Gemma Musacchio,   Ph.D. - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia 

Samanta Crespi