I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Che senso ha festeggiare la giornata dell'immigrazione se nulla è cambiato? E' una fotocopia dell'olocausto.

  Carissimi lettori,

è stata da poco la giornata per l' immigrazione. Ma quale senso ha questa giornata se poi la situazione non è cambiata? Come non cambiano le menti e i discorsi. Pensateci bene sembra una fotocopia dell'olocausto. Quante volte abbiamo parlato in questo sito dell' indifferenza dell' Europa nei confronti di persone che migrano da paesi di guerra di fame e di violenza con barconi inadeguati in Italia, con viaggi della speranza assurdi in cui migliaia di persone sono morte nell'anonimato in mare?

Uccidere o essere indifferenti è la stessa cosa. Non c è bisogno di uccidere direttamente le persone come è avvenuto nel olocausto fascista. Il male si può esprimere in diverse facce e portare allo stesso risultato per mezzo di diverse forme di razzismo, indifferenza, manipolazione della cultura e delle menti. Cercate su internet un' immagine recente dei lager libici e vedrete non sono molto diverse dall'immagine posta in cima a questo articolo che risale all'olocasuto.

Il bombardamento culturale al contrario. Ormai i giovani e i non più giovani di oggi sono talmente bombardati da tv e internet, come al tempo fu la stampa e il cinema fascista, che anche loro hanno subito un bombardamento culturale al contrario.
Il frutto di tutto questo sono frasi come: " vengono e qui e fanno i delinquenti" oppure " ci tolgono il posto di lavoro! Prima veniamo noi italiani poveri e poi loro".

Le statistiche smentiscono e i poveracci ignoranti lottano fra loro. Ma ci rendiamo conto che le statistiche smentiscono il fatto che l ' immigrato delinque di più di un italiano o di un altra persona?
Ci rendiamo conto che è con queste manipolazioni si è stati posti dentro una battaglia fra poveri?

Non sarà una strategia per nascondere come vengono gestiti i soldi pubblici oltre che nascondere la propria incapacità a risolvere il problema o il non volerlo proprio affrontare? 
Mi domando, noi  sappiamo in realtà come vengono gestiti i soldi pubblici? come vengono gestiti realmente? In realtà non lo sappiamo, non sappiamo nulla di cosa accade nelle mure dei nostri governi a parte le puerili litigate fra partiti diversi per stupide ideologie contrastanti che di certo non rassicurano i cittadini anzi ci fanno vergognare e ci destabilizzano ancora di più. A questo punto è meglio un governo con solo 2 fazioni opposte, 2 idee opposte, 2 modi per risolvere il problema. O in un modo o nel altro. Ma il problema va risolto non nascosto dietro la propria ideologia personale!

Fa comodo fregarsene e creare una lotta fra poveri ignoranti. Fa comodo a tutta l' Europa fregarsene senza creare corridoi umanitari e progetti di inclusione sociale, fa comodo ai politici creare una lotta fra poveri facendogli credere che è lo straniero la causa del suo problema, cosi i poveracci ignoranti possono incentrare e riversare la propria rabbia su coloro che stanno peggio di loro creando consensi che sostengono le stesse idee politiche razziste e menefreghiste utili solo a coprire la loro incapacità a risolvere il problema sociale in Italia e quello di persone che dovrebbero essere trattati come rifugiati e non come animali.


Vi ricordate quando l' Italia diede migliaia di euro al paese di appartenenza dei rifugiati? Tempo fa su questo sito scrivevo un articolo criticando il fatto che l Italia per risolvere il problema avesse dato migliaia di soldi direttamente al paese di appartenenza dove vige dittatura militare, violenza e corruzione. Immaginate che abbiano utilizzato quei soldi per aiutare la popolazione? Come avevamo supposto non è andata cosi.

Un documentario recente svela la verità. A confermarlo un documentario recente in cui sono riusciti a riprendere immagini reali della situazione. Vi erano  centinaia di persone buttate dentro  una sorta di  lager tutti insieme, c' erano scene di persone malate e in fin di vita sdraiate a terra, lasciate li come fossero sacchi. In questa calca di disperati veniva consentito un bicchiere di acqua al giorno e tutti i materassi e i sostegni avuti anche dalle Ong erano stati venduti dal governo e dalla polizia. Le immagini che ho visto sono scioccanti e le interviste peggio ancora perchè testimoniavano che non c 'era nessun tipo di controllo nel tempo da parte delle organizzazioni umanitarie o dai governi.


La falsa del governo e i salotti in tv insensati. In pratica il governo locale aveva fatto vedere per mezzo di interviste in tv che i primi giorni  davano materassi e genere alimentari che poi invece nei giorni successivi sono stati tolti e venduti, lasciando nella disperazione e prigionia esseri umani.
A mio avviso queste notizie sarebbero dovute essere su tutte le televisioni e stampa, eppure non ci sono perchè? Forse fa piu' comodo nascondere la verità e far continuare i salotti di confronto in cui ormai non fanno altro che litigare, come se fosse solo una questione personale di concetto e non un problema reale e grave da affrontare.

L' accordo Italia Libia è carta straccia! Perchè alle parole non sono seguiti i fatti!

Tiziana