Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Crisi della cooperativa La Tela, incontro in Comune

Nel comune di Crema si è svolto l'incontro tra l'amministrazione comunale e i rappresentati della Cooperativa La Tela, che aveva inserito al suo interno molti disabili a scopo lavorativo nel settore della cosmesi. Questo incontro non è collegato all' assemblea che si terrà tra azienda e sindacati. Lo scopo di questi ultime riunioni è per discutere l'attuale situazione di Crisi della Tela, cosa ha portata a questi problemi attuale e i possibili scenari futuri. Le informazioni apprese per ora sono abbastanza a livello generale e saranno necessari in futuro altri incontri per capire le sorti di ciascun lavoratore o lavoratrice; non solo per le 88 persone che sono rimaste a casa per lincenziamento collettivo; ma anche per altri lavoratori inseriti in maniera diversa nell' azienda che attualmente si trovano a casa. Questo per capire quali tutele applicare nell' immediato futuro e per dare una soluzione a medio lungo termine. Il comune di Crema e la Provincia di Cremona si sono impegnati a ricollocare parte dei lavoratori coinvolti in altre aziende del settore cosmesi, l'attuale situazione fa ricordare troppo la precedente chiusura della Cooperativa l'Alternativa nella quale io sono stato inserito dal 2006 al 2013. Ed in questo momento attuale è necessario un ulteriore supplemento di attenzione visto le molte persone e situazioni di fragilità coinvolte ancora una volta nel nuovo momento di difficoltà. Erano e saranno presenti in questi incontri il Sindaco Stefania Bonaldi, l'assessore al Welfare Michele Gennuso e l'assessore al Bilancio Cinzia Fontana.

Ma dopo avervi presentato la situazione in generale, vorrei parlarvi della mia situazione personale e della prospettiva futura. Nelle ultime riunioni svolte con i disabili e le loro famiglie; il nostro responsabile, aveva detto che voleva riaprire una nuova situazione a stipendio ridotto causa poco lavoro e commissioni; per salvaguardare almeno i disabili e quei lavoratori più anziani che difficilmente saranno ricollocati in nuovi ambiti della cosmetica. In realtà io sono già stato riassorbito dalla nuova Cooperativa insieme ad altre 20 persone solo che attualmente la situazione non è ancora definita e non escludo che questi incontri servano anche per cercare nuovi fondi per avviare in strade sicure la nuova realtà. Dal punto di vista personale, io al mio responsabile sono molto grato, perché  lui mi ha dato la possibilità di provare un esperienza lavorativa per molti anni e in un ambiente accogliente e rispettoso venendo incontro anche alle mie esigenze fisiche come orari lavorativi. Cosa che nessuna altra azienda è riuscita soddisfare Quindi per quel che riguarda a me personalmente, devo solamente ringraziare sia l'Alternativa che la Tela che hanno creduto nelle mie capacità lavorative andando contro anche il parere delle Assistenti Sociali che secondo loro non ero idoneo a svolgere un lavoro, causa la brutta esperienza avuta nella Cooperativa Barbieri di Castelleone tra il 2013 e il 2014. Anzi in questi giorni mi sono sentito in dovere di mandare un messaggio di sostegno e di ringraziamento a livello personale per quello che ha fatto per me a livello sociale e lavorativo.

Simone Carelli

Spunti: https://crema.laprovinciacr.it/news/crema/240838/crisi-della-cooperativa-la-tela-incontro-in-comune.html