I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Inquinamento ambientale e salute

28/08/2016 - AUTORE:

 Alcune minacce sembrano incombere sulla salute dell'aria che respiriamo, e questo è molto preoccupante, dal momento che le particolari condizioni dell'atmosfera terrestre non sono facili da reintegrare. Anzitutto, vi è il cosiddetto effetto-serra. La maggiore concentrazione di anidride carbonica nell'aria, dovuta ai processi di combustione e alla deforestazione, fa passare le radiazioni provenienti dal sole, ma non quelle riflesse dalla superficie terrestre, che dalla terra dovrebbero ritornare nello spazio. Il grosso problema è quello dell'inquinamento delle città. I gas di scarico delle automobili, dei riscaldamenti e delle attività industriali provocano un innalzamento dei valori di alcuni gas nocivi alla salute, come monossido di carbonio, idrocarburi, ossidi di zolfo e composti del piombo. La Le città sono bloccate dal traffico e sempre meno a misura di cittadino. Il progresso industriale e tecnologico,sviluppatosi nell'ultimo secolo,in gran parte del pianeta,ha purtroppo il suo rovescio della medaglia: l'inquinamento dell'aria,del mare e del terreno.

Nella corsa alla grande produzione,per rispondere alla domanda crescente di prodotti tecnologici,energetici,chimici,alimentari,le industrie pur di assicurarsi fette di mercato sempre più vaste,non hanno lesinato a disperdere nell'ambiente,sostanze residue delle lavorazioni spesso molto tossiche e in alcuni casi addirittura radioattive. Le patologie correlate all'inquinamento urbano rappresentano un problema di salute pubblica di estrema gravità ma, anche per l'insorgenza a distanza di tempo dall'esposizione, sono sottostimate e non rappresentano per l'opinione pubblica una fonte di allarme sociale non sono ancora in atto interventi preventivi efficaci. Gli effetti dell'inquinamento atmosferico sono particolarmente sentiti dai gruppi di popolazione considerati a rischio: anziani, persone affette da malattie respiratorie e cardiovascolari, bambini. In considerazione dei molteplici effetti sulla salute causati dall'esposizione ai diversi agenti inquinanti, anche se a basse dosi, diventa necessario conoscere i rischi derivanti dall'esposizione ai vari inquinanti ambientali e limitare e controllare gli effetti sulla popolazione generale ad essi esposta. Le principali sorgenti d'inquinamento "antropiche" sono le emissioni industriali e quelle civili. Centrali termoelettriche, le raffinerie di petrolio,  i cementifici e gli inceneritori di rifiuti sono le principali fonti di emissioni industriali. L'inquinamento acustico è considerato uno dei problemi che si pongono con maggior urgenza nelle zone urbane ed è associato all' inquinamento atmosferico. Un allarme, da non sottovalutare, viene dal crescente inquinamento elettromagnetico. L'elettricità è, da più ricercatori, accusata di causare il cancro. Sempre più spesso leggiamo sulle riviste,la loro pericolosità,causata anche dai cellulari.

Purtroppo però i danni sono stati fatti e bisogna assolutamente,correre ai ripari al più presto. Bisogna ridurre urgentemente,le emissioni di gas nell'aria di ogni tipo. L'uomo si adatterà,o meglio vorrà adattarsi,a vivere nelle città,usando le mascherine protettive? Ma che vita sarà? Possiamo definirla vita? O piuttosto si tratterà di sopravvivenza? Io credo che l'evoluzione tecnologica non può e non deve comportare una rivoluzione dell' "habitat" naturale in cui l'uomo è vissuto per migliaia di anni.

Piero