I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Welfare: il 2 marzo a Rieti c'è stato...

28/08/2016 - AUTORE:

Welfare: il 2 marzo a Rieti c’è stato un convegno su disabilità e politiche sociali...
Quali sono le necessità delle persone con disabilità soprattutto quando si avvicinano alla terza età? Come possono le istituzioni, le associazioni presenti sul territorio, la collettività, aiutare gli anziani a superare problemi quotidiani? Come consentire loro una vita dignitosa? Questi tra gli argomenti che sono stati affrontati martedì 2 marzo, alle 11, nel corso di una tavola rotonda che si terrà presso il comune di Castel Sant'Angelo (Rieti) .
L'incontro ha dato l'occasione per una comune riflessione sullo stato delle politiche sociali e dei processi di inclusione delle persone con disabilità.
Durante la tavola rotonda, cui parteciperanno i rappresentanti delle principali istituzioni e associazioni coinvolte, il sindaco di Castel Sant'Angelo, Paolo Anibaldi, ha presentato il progetto 'Salute a domicilio' : una stazione ferroviaria in disuso sarà la sede di un centro dove opereranno un gruppo di volontari della Croce Rossa per raccogliere e soddisfare le richieste di persone anziane con disabilità residenti nel comune (acquisto farmaci, visite mediche, ospedalizzazione, ecc.). Una buona pratica che gli organizzatori si augurano verrà adottata anche dai comuni limitrofi.

Al centro del dibattito le esperienze e le buone pratiche condotte sul territorio. "L'auspicio è che la condivisione di iniziative ed esperienze positive possa costituire un punto di riferimento costruttivo per lo sviluppo di appropriate politiche per la protezione e l'inclusione delle persone con disabilità", sottolinea Isabella Menichini, direttore generale dell'Istituto per gli Affari Sociali . "Si tratta di una sfida da raccogliere - aggiunge - soprattutto alla luce della ratifica da parte dell'Italia della convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità e dell'impegno del nostro Paese per l'Anno europeo per la lotta alla povertà e all'esclusione sociale".

L'incontro del 2 marzo, durante il quale sono stati anche illustrati i risultati raggiunti a Milano con il progetto 'Custode Sociale' , in Toscana con il progetto di assistenza continua alla persona non autosufficiente e i servizi socio-assistenziali nell'Alto Velino, è un'iniziativa prevista nel progetto 'Disability and Social Exclusion' per la lotta all'esclusione sociale delle persone con disabilità.

Il progetto è cofinanziato dalla Commissione europea (Direzione generale Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità) e coordinato dall'Istituto per gli Affari Sociali. Partner del progetto sono il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, la regione Puglia, i comuni di Parma e Castel Sant'Angelo (Rieti), la Fondazione Don Gnocchi Onlus, Coface handicap, West, Regesta e Fish.

Fonte: http://www.diversamenteabili.info/Engine/RAServePG.php/P/93031DIA0300/M/25001DIA0102