I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Disabili e numeri a pagamento:....

28/08/2016 - AUTORE:





Disabili e numeri a pagamento: interrogazione parlamentare

GENOVA – Sollecitato dal Coordinamento Pendolari Liguri, l’On. Mario Tullo, deputato ligure del Partito Democratico e membro della Commissione Trasporti alla Camera, ha formulato un’interrogazione ai Ministri delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Welfare riguardo le richieste di assistenza a pagamento per i disabili che si rivolgono al servizio di prenotazione di Trenitalia.
Con tale interrogazione, viene richiesto di verificare la correttezza dell’applicazione del nuovo regolamento europeo, che prevede una tutela più estesa dei disabili, e in coerenza con tale regolamento la trasformazione del numero di richiesta assistenza, attualmente a pagamento, con un numero verde gratuito.
Confidando che tale richiesta che va nella direzione da noi auspicata trovi una risposta favorevole da parte dei Ministri competenti, il Coordinamento Pendolari Liguri ringrazia l’On. Tullo, che si è fatto portavoce di questa importante istanza in difesa dei diritti dei disabili.
Pubblichiamo, di seguito, il testo presentato alla Commissione Trasporti.
INTERROGAZIONE CON RISPOSTA IN COMMISSIONE
TULLO. – Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti; al Ministro del Welfare. – Per sapere – premesso che:
il nuovo regolamento (Ce) n. 1371/2007 del 23 ottobre 2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario, all’art. 19, comma 2 recita: «Le prenotazioni e i biglietti sono offerti alle persone con disabilità e alle persone a mobilità ridotta senza costi aggiuntivi» inoltre all’articolo 23: «, …le imprese ferroviarie forniscono gratuitamente alle persone con disabilità e alle persone a mobilità ridotta assistenza …»;
da diverse segnalazioni risulta che Trenitalia abbia istituito un numero telefonico a pagamento per offrire assistenza in stazione alle persone disabili, telefonando 12 ore prima e prenotando tale intervento -:
se i Ministri interrogati siano a conoscenza della situazione su esposta;
se e come intenda intervenire nei confronti di Trenitalia, per dare piena attuazione al nuovo regolamento CE sul trasporto ferroviario che prevede assistenza gratuita per le persone con disabilità, rendendo gratuito il numero telefonico predisposto a tale fine.
L’articolo originale è consultabile all’indirizzo www.cittadigenova.com

Fonte: http://www.disablog.it/2010/02/11/disabili-e-numeri-a-pagamento-interrogazione-parlamentare/