I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Ristorante espone un cartello offensivo contro i disabili, bufera sui social 

Di questi episodi, ormai se ne contano a migliaia ogni anno per motivazioni sempre diverse da una parte reputo che l'indignazione generale del gesto sia un segnale che un senso morale e sociale esista ancora nel nostro paese, ma è l'aumento di questi fatti che mi preoccupa; l'insensibilità e il menefreghismo in costante aumento verso i piu' deboli perchè non dimentichiamo che anche gli anziani sono vittime di atti discriminatori così come i bambini. Le campagne di sensibilizzazione in questi ambiti restano e sono un mezzo efficace che aiuta a tenere radicato in noi quel senso di responsabilità e solidarietà verso chi è piu' in difficoltà, ma penso che tutto ciò debba partire prima di tutto dalle nostre istituzioni, che mettano negli ambiti sociali persone capaci e sensibili in grado di dare prima di tutto un servizio migliore, ma che in particolare sensibilizzino anche chi deve svolgere un attività pubblica al servizio del cittadino ad essere estremamente comprensivo in questo ambito. Non vi nascondo che non ho grande ottimismo riguardo il futuro circa questi episodi, ma la speranza che tutto ciò diminuisca è la cosa che dobbiamo tenere viva dentro ognuno di noi.

Simone

Livorno, il messaggio esposto da un locale della Venezia. Il Comune è intervenuto con una nota per condannare l'episodio nonostante le scuse dei proprietari. Un cartello offensivo nei confronti delle persone disabili è stato affisso su pedane in allestimento fuori da un locale del quartiere della Venezia. Il cartello è stato affisso come replica a un esposto relativo proprio al montaggio delle pedane e nel testo viene usata la disabilità come motivo di polemica, e anche di apparente offesa, contro gli estensori dell'esposto stesso. "Secondo alcuni MO.....DI autoctoni (che ha pensato bene di fare un esposto) - si legge - noi avremmo fatto costruire una pedana di tale fatta, senza avere preventivamente regolaree permesso rilasciato dla Comune di Livorno (e sicuramente non gratuito). Ora il rammarico che noi abbiamo è questo: purtroppo circa 50-60 anni fa, la scienza medicanon aveva ancor ainventato il Tri tes e l'amniocentes, altriemnti avremmo volentieri consigliato ai geniotri di cui sopra di farla bene e magari ripetere l'esame e poi visti i miserevoli risulatti di non farne di nulla".Su Facebook è comparso un post con la foto, inondato di commenti di indignazione nei confronti degli autori del cartello. Il post dopo alcune ore è stato rimosso. Anche il Comune domenica 10 novembre è intervenuto con una nota per condannare l'episodio: «È inaccettabile che la condizione di disabilità sia evocata da qualcuno come un'offesa. Vogliamo condannare senza appello comportamenti come questi». Il ristorante ha pubblicato un post di scuse che però non placato le polemiche.

Fonte: https://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2019/11/11/news/ristorante-espone-un-cartello-offensivo-contro-i-disabili-bufera-sui-social-1.37888809