I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Fermate autobus per disabili, sono già 15 quelle accessibili

21/12/2018 - AUTORE: Sonia Sabatini

Oggi le prove tecniche. L'assessore Battaglia: «Obiettivo è rendere udine modello di accessibilità»
Si sono svolte stamattina, all’altezza del civico 60 di via San Daniele, alcune prove tecniche per verificare il funzionamento della nuova fermata per autobus accessibile ai disabili. A “collaudare” la fermata, la signora Alessia Modestini, che, rappresentando la categoria degli utenti con disabilità motoria, ha dato utili indicazioni agli autisti circa la migliore inclinazione del mezzo in rapporto all’altezza del marciapiede, fino ad arrivare ad un equilibrio tale da rendere l’acceso agevole e fluido.
Le fermate
Le fermate rese accessibili ai cittadini disabili sono le seguenti: Ospedale Gervasutta, viale Europa Unita 116 e 99, via Aquileia 6 e 1, via Vittorio Veneto 6 e 21, piazza San Cristoforo 1 e 9, Ospedale SM Misericordia, Viale Pasolini direzione Centro e direzione Fiera, viale Volontari della Libertà - Chiesa San Marco e via San Daniele 60.
Le linee
Soddisfazione anche da parte dell’Assessore Battaglia che ha ricordato che “quello dell’accessibilità ai mezzi pubblici, inserendosi nell’ambito della libertà di movimento, è uno dei diritti fondamentali del cittadino. Noi, come amministrazione, abbiamo come obiettivo quello di rendere la città di Udine un modello da questo punto di vista. Un ringraziamento va quindi alla SAF per l’attenzione, la professionalità e la sensibilità che ha dimostrato in questi mesi”. “Oltre a questa - ha poi aggiunto - sono già attive altre tredici fermate che coprono quattro linee, la 1, la 3, la 8 e la 9. Nelle prossime settimane faremo il taglio del nastro ufficiale anche alla presenza dell’Assessore Regionale alle infrastrutture Graziano Pizzimenti, che voglio ringraziare fin da ora per essersi speso in prima persona affinché gli uffici regionali rilasciassero le autorizzazioni”.
La sperimentazione
“Ci impegniamo - ha voluto sottolineare l’amministratore delegato di SAF Alberto Toneatto - per svolgere al meglio il servizio di trasporto pubblico e rispondere alle aspettative della città: recentemente abbiamo presentato e messo in servizio 21 bus urbani all’avanguardia e dotati delle più avanzate tecnologie, tra cui le pedane elettriche per la salita e discesa autonoma delle persone con disabilità motoria. È ora in corso la sperimentazione di 3 nuove linee abilitate (3, 8 e 9) che si aggiungono alla linea 1 già attiva, con la prospettiva di rendere prossimamente accessibili tutte le linee urbane. La complessità richiede un periodo di sperimentazione e test per capire e risolvere le reali esigenze degli utenti, le situazioni e le criticità. Questo processo fondamentale è svolto in stretta collaborazione tra il gestore del servizio, Comune e Regione, che operano insieme nell’interesse comune di garantire a tutti i cittadini un servizio di ottimo livello”.
Potrebbe interessarti: http://www.udinetoday.it/cronaca/fermate-autobus-disabili-saf-udine.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/UdineToday/131006693676317