Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Continua la grave negazione dei diritti degli studenti disabili nelle scuole

L'organizzazione sindacale di Palermo ha saputo che in un liceo artistico di Catania tredici studenti disabili, sono stati presi a carico da un solo assistente igienico personale, che ha dovuto occuparsene in solitudine. In una situazione simile, un solo assistente non è tenuto a svolgere il suo lavoro, ma chi paga per questa mancanza di servizio alla persona disabile? e della sicurezza dell' assistente, secondo la normativa vigente?. La città di Palermo ha modificato illegalmente il parametro da 1 a 5 in tutte le scuole, mentre la norma prevede da 1 a 4 o da 1 a 5 a seconda della gravità delle patologie e dei casi. Per ciascun edificio scolastico. L'episodio del liceo catalano, rientra purtroppo in questa situazione.

L'assessore alle politiche sociali, le Cooperative sociali e la scuola continuano a fare lo scarica barile di responsabilità tra di loro e tutto questo sulla pelle di disabili e assistente igienico a personam. L'operatore OS ha già denunciato all'ispettorato del lavoro il grave episodio, dopo la segnalazione, la scuola di risposta ha inviato presso l'istituto scolastico una nuova unità di supporto, di certo un primo passo ma visto i tredici studenti ma ne servirebbero almeno altre tre. Finchè  la situazione non sarà completamente risolta l'Operatore continuerà a prendere i provvedimenti necessari e non è nemmeno l'unico episodio in tutta la metropoli palermitana, diversi istituti hanno avuto diverse segnalazioni da Salai Cobas Sindacato di classe.

Come sempre stiamo assistendo da parte delle istituzioni di gravi mancanze fondamentali, il diritto all' assistenza, Sanitaria la sicurezza sul lavoro e non ultima come sempre l'incompetenza, magari mi considererete un sognatore ma secondo me per ogni istituzione e campo deve esserci una persona con le giuste competenze, conoscenze e mente brillanti; bisognerebbe rivedere i parametri e i canoni della scelta delle persone valutandone in particolare le competenze e l'intelligenza non basandosi semplicemente su un semplice pezzo di carta, quante volte abbiamo sentito parlare di diplomi, qualifiche o patenti comprate? Forse sarebbe il caso di pensarci, ma sul serio e non solo per quel che riguarda il terzo settore visto che l'emergenza di personale e servizi sanitari pubblici sono sempre più evidenti per tutto il paese non solo per noi.

Simone

Spunti: https://www.palermotoday.it/cronaca/continua-la-grave-negazione-dei-diritti-degli-studenti-disabili-nelle-scuole.html