Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

Alcuni dei Musei Italiani, ancora poco accessibili ai Disabili

Vivere con una disabilità, in Italia, equivale ancora a una condanna. E quest’ultima tocca, ogni giorno, a  milioni di persone nel nostro Paese da cose indispensabili, a quelle di svago. Spesso anche visitare un museo, può essere complicato, sia di accessibilità che dalla tecnologia. Un esempio “Pompei per Tutti”, il più grande itinerario facilitato di visita mai allestito all'interno di un’area archeologica, il patrimonio museale italiano presenta ancora barriere fisiche e sensoriali che impediscono alle persone con disabilità il pieno accesso alle risorse culturali disponibili. La maggior parte dei musei non ancora attrezzati sono presenti in Umbria, Emilia-Romagna, Lombardia e Lazio . I musei della provincia di Bolzano, nonché quelli di Emilia-Romagna , Lombardia  e Toscana  mettono a disposizione più di altri assistenza specializzata all'utenza con difficoltà di visita mentre sono ancora troppo poche le realtà museali attrezzate con dispositivi e soluzioni dedicate alle persone con disabilità sensoriale (ipovedenti e non vedenti). Nonostante la progressiva diffusione e applicazione delle tecnologie digitali nel mondo museale, in Italia solo un museo su dieci, ha effettuato la catalogazione digitale del patrimonio posseduto. L’utilizzo da parte dei musei italiani di tecnologie interattive e strumenti digitali che consentono di arricchire l’esperienza di visita, appare ancora molto limitata, la metà delle strutture censite, mette a disposizione almeno un dispositivo tra smartphone,  tablet, touch screen. L’innovazione cambia radicalmente la nostra esperienza quotidiana in relazione al nostro modo di percepire il mondo. Di tutto questo può farsi carico la tecnologia sia per i musei che per tutti gli istanti della vita, nel rispetto di “un approccio progettuale mirato alla creazione di soluzioni inclusive, utilizzabili dal maggior numero possibile di persone, senza dover ricorrere ad adeguamenti o soluzioni speciali.

Piero D.M.