Hai diritto all' IVA al 4%
Servizio Clienti (+39) 055.36.05.62

L'avvento di internet e il cambiamento del commercio

La società odierna ha subito molti cambiamenti rispetto al passato, ha subito molte evoluzioni, tra queste molte evoluzioni c’è internet.

Vi racconto un aneddoto che fa comprendere poiché i commercianti non riescono ad andare avanti.

Normalmente ho acquistato sempre il toner in negozio intorno ai 60€, pochi giorni fa ho ultimato il toner per velocizzare il cambio del toner, mi collego su eBay cerco il modello della mia stampante, in modo sbalorditivo e sorprendente trovo due toner in un unico pacco alla modestissima cifra di 18,65€.

Tutto ciò ci fa comprendere poiché i commercianti non possono andare avanti, mi sorgono spontanee delle domande:

Nel negozio mi hanno truffato? O il toner che ho acquistato è di bassissima qualità?

Premettendo che non riesco a dare una risposta certa a queste due domande, posso però constatare che in un futuro prettamente vicino gli acquisti avverranno solamente via internet. Ciò causerà le stesse conseguenze avvenute durante la rivoluzione industriale. È chiaro che i costi diminuiranno, ma è anche vero che molti dipendenti saranno licenziati con una consequenziale disoccupazione.

È pur vero che la rivoluzione industriale ci ha migliorato le condizioni di vita, pertanto come ogni cambiamento ci sono i pro e i contro, quindi accettiamo questa nuova era di internet, ma è chiaro che questa abissale differenza di prezzo deve farci riflettere.

Abbiamo la crisi economica che ci portiamo dietro dal lontano 2008, ma i commercianti dovrebbero competere con i prezzi che si trovano nella rete, sennò è evidente che codesta società arriverà ad un fallimento generalizzato in tutti gli ambiti.

La liberalizzazione delle attività commerciali e l’inesistenza di un ente che renda i prezzi univoci per qualsiasi prodotto in ogni attività commerciale potrebbe essere la causa di tutto ciò.

Ricordo che mio padre mi raccontava che agli  inizi degli anni '50 da suo zio Enzo, commerciante di generi alimentari, andava giornalmente un agente della polizia locale per vedere quanto rincaro metteva nei prodotti rispetto ai prezzi del mercato ortofrutticolo, se il rincaro era eccessivo il commerciante veniva multato. Ciò permetteva che tutti i commercianti potevano vendere in modo eguale, pertanto la liberalizzazione del mercato è stata un apripista della crisi.

Auspico pertanto che i commercianti per il loro bene riescano ad uguagliarsi con i prezzi che si trovano in rete.

Nele Vernuccio