I sistemi di movimento

Articolo scritto il 18 luglio 2007 da Roberto Poppi Commenti

L'uso di una carrozzina elettrica è determinato essenziamente dalla sua semplicità nel manovrarla attraverso joystick o altri simili comandi.
Ogni persona disabile ha, come sappiamo, le sue necessità, e prendo il caso di persone affette da distrofia muscolare quindi con scarso residuo di movimento negli arti superiore ritengo che il sistema di movimento più innovativo e adatto sia il VIC-CCD Fingher.

                                                                    

Si tratta di un comando basato inizialmente su un sistema magnetico mentre attualmente sfrutta un reticolo tridimensionale a infrarossi permettendo così di essere utilizzato anche all’aperto in condizioni temporali non favorevoli dato che le onde elettromagnetiche presenti all’aperto poteva interferire con i meccanismi.

Parlando con i suoi ideatori ho saputo che è stato proprio progettato pensando alle persone distrofiche infatti è utilissimo se sono rimaste pochissime risorse come ad esempio movimenti millimetrici di un dito.

Il VIC CCD Finger joystick ha una sensibilità sui movimenti da un minimo di 2 mm e dato che non è necessario alcuno sforzo se non quello del movimento, diventa utilissimo proprio per chi ha difficoltà muscolari.

Gli inventori di questo ausilio non sono italiani ma Belgi il sito di riferimento è 

Aspetti positivi


Questo ausilio l’ho trovato molto utile per chi soffre di malattie progressive come appunto la distrofia muscolare.

Ritengo sia opportuno per una persona affetta da distrofia di utilizzarlo sin dalle prime fasi dell’utilizzo di carrozzine elettriche o appena si ha un peggioramento nella mobilità degli arti perché una volta adottato questo strumento non sarà più necessario passare ad altri tipi di joystick finche la mobilità delle dita non si riduce a zero risparmiando così notevolmente sugli adattamenti della carrozzina.

Può essere usato anche per il controllo di display e quindi nella domotica, è di facile utilizzo perché la calibrazione è automatica e veloce e riduce notevolmente l’impatto visivo date le sue dimensioni(75 x 75 x 34,3 mm).

Aspetti negativi

 Per quanto riguarda gli aspetti negativi ritengo che il più rilevante sia appunto la sua specificità nel senso che può essere utilizzato solo da chi ha un minimo residuo negli arti anche perché chi soffre di spasmi o di movimenti incontrollati non potrebbe comunque usarlo.

È una tecnologia progettata ad hoc e quindi il suo costo diventa molto elevato (1600€).

Per il resto bisogna evitare che il sito dove è posto il dito non si riempia di liquidi o di materiali che interferiscano con i raggi infrarossi altrimenti viene compromesso il rilevamento e non può essere utilizzato ma può essere dotato di speciali protezioni come si vede dalla foto.

 

Testato-Consigliato!

http://www.hmc-products.com/ , il prodotto è distribuito in Italia da Disabili Abili e Permobil